Mark Hamill si cancella da Facebook e accusa Mark Zuckerberg

Mark Hamill

L’impero colpisce ancora ma stavolta Mark Hamill ringrazia e saluta. Sbattendo una porta digitale, quella di Twitter. Proprio sul social network del canarino, l’iconico attore che ha prestato il volto a Luke Skywalker ha annunciato la cancellazione da Facebook, lanciando un’accusa non troppo velata al fondatore Mark Zuckerberg.

Un tweet al vetriolo in cui Mark Hamill accusa proprio Zuckerberg di avere un social che pensa più al mero profitto che non alla verità. In sostanza, le medesime accuse che moltissime personalità muovono proprio a Facebook, secondo le quali, sebbene si sia adoperato per controllare di più le dilaganti fake news, queste navigano ancora con somma facilità.

Leggi anche: la nostra recensione di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker

Il motivo è proprio l’assenza di un concreto fact checking circa le inserzioni. Se da un lato sia Twitter che Google hanno annunciato di intraprendere una politica indiscriminata verso qualsiasi fake news, bannando immediatamente, Facebook rimane ancora molto lascivo. Ecco quindi che il tweet stizzito di Mark Hamill assume un significato ben preciso.

“Sono molto deluso dal fatto che Mark Zuckerberg preferisca i soldi alla verità, per questo ho deciso di cancellare il mio account. So che non importerà a nessuno però io dormirò sicuramente meglio”

Il tutto corredato dall’hashtag #PatriotismOverProfit, ossia “Patriottismo oltre il profitto“, con annesse emoticon. Piccola curiosità: inizialmente Mark Hamill aveva confuso la bandiera della Malesia con quella degli Stati Uniti, posta davanti all’emoticon rappresentante i soldi. Immediata la correzione in un tweet di risposta.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!