Quella scena di Star Wars che faceva reincontrare Han, Luke e Leila (ma che non è mai stata realizzata)

Mark Hamill, il volto ormai sessantacinquenne del Cavaliere Jedi Luke Skywalker, in un’intervista alla Star Wars celebration di Orlando ha rivelato di aver avuto in mente uno sviluppo alternativo delle vicende del precedente episodio della saga: Il Risveglio della Forza. L’attore non ha infatti molto apprezzato il breve e silenzioso cameo in cui il suo personaggio è stato rilegato alla fine della pellicola, ipotizzando come Luke sarebbe potuto diversamente rientrare in scena. Il momento che Hamill descrive è incentrato sull’incontro tra Kylo Ren e Han Solo, con le sue relative conseguenze.

“Quando ho letto lo script, ho pensato che se Leia avesse tentato un contatto mentale con me senza però aver successo, sarebbe corsa probabilmente in aiuto di Han – entrando così in una situazione disastrosa. A quel punto mi sarei presentato per salvarle la vita,  e insieme saremmo corsi verso Han, trovandoci nella stessa posizione in cui sono Rey, Finn e Chewie: troppo lontani per salvarlo, ma testimoni del suo destino.”

In questo modo l’attore avrebbe potuto reincontrare sullo schermo sia Harrison Ford che Carrie Fisher, dando almeno un po’ di gioia a tutti i fan in una delle scene più tristi e memorabili dell’intera saga.
Hamill ha definito la sua idea un'”occasione persa”, ma aggiunto anche che lui ha un sacco di idee terribili che ama condividere – sperando che magari possano piacere a qualche regista.
Luke Skywalker farà il suo grande ritorno nel prossimo Gli ultimi Jedi.
Nell’attesa di rivederlo, ecco qui il trailer (per chi se lo fosse perso):