Le sceneggiature vincitrici dei WGA Awards

0
223

I Writers Guild Awards sono l’ultima grande categoria di premi che precede la cerimonia degli Oscar dopo i DGA e SAG Awards (ovvero i premi del sindacato dei registi e degli attori, rispettivamente).
Ieri sera sono stati annunciati i vincitori del premio, con qualche sorpresa.
Negli ultimi 32 anni solo due volte le sceneggiature trionfanti ai WGA non si sono riconfermate come vincitrici negli Academy Awards, e quest’anno l’eccezione potrebbe ripetersi. Ma prima di spiegarvi il perché, diamo uno sguardo completo a tutti i vincitori della serata.

FILM
Sceneggiatura originale: Barry Jenkis, Moonlight
Sceneggiatura adattata: Eric Heisserer, Arrival
Sceneggiatura per documentario: Bob Kenner e Eric Schlosser, Command and Control

TELEVISIONE
Serie Dramma: The Americans
Serie Commedia: Atlanta
Nuova Serie: Atlanta
Long-form originale: Confirmation
Long-form adattato: The People v. O.J. Simpson
Animazione: Stop the Presses, Bojack Horseman
Episodio Dramma: The Trip, This is Us
Episodio Commedia: Kimmy Goes on a Playdate!, Unbreakable Kimmy Schimdt
Varietà Talk Commedia: Last Week Tonight with John Oliver
Varietà Sketch Commedia: Saturday Night Live
Screen Laurel Award: Oliver Stone
Laurel Award for Television: Aaron Sorkin

La particolarità di queste vittorie, per quel che concerne il grande schermo, è la differente categoria in cui i film sono stati assegnati rispetto agli Oscar.
Moonlight è stato infatti riconosciuto dall’Academy come l’adattamento di una sceneggiatura mai prodotta, mentre il Sindacato d’esperti dei WGA (così come la commissione dei BAFTA) ha ritenuto il film frutto di una sceneggiatura originale.
E’ quindi probabile che Arrival che dovrà cedere il posto al lavoro di Jenkis (o viceversa), mentre le sceneggiature originali verranno contese tra La La Land, Manchester by the Sea, Hell or High Water, The Lobster e 20th Century Women.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here