Io Sono Leggenda: Will Smith rende omaggio al cane del film

Su Instagram, Will Smith hareso omaggio al cane che ha recitato con lui in Io Sono Leggenda

Io sono leggenda
Will Smith è Robert Neville in Io Sono Leggenda
Condividi l'articolo

Il grande amore di Will Smith per la sua compagna di set in Io Sono Leggenda

In Io Sono Leggenda, film dai toni post apocalittici del 2007 diretto da Francis Lawrence e con protagonista Will Smith, il personaggio principale ha, come unico compagno, un cane. Questo è un pastore tedesco di nome Sam che lo accompagna in ogni momento della sua vita. Durante il corso delle riprese l’attore si è affezionato davvero tanto ad Abbey, questo il vero nome dell’animale e, a distanza di tutti questi anni non l’ha mai dimenticata.

In occasione della giornata nazionale degli animali domestici infatti, Smith ha deciso di caricare su Instagram un video per omaggiare la cagnolona.

ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE WHATSAPP

Will Smith legò tantissimo con Abbey sul set di Io Sono Leggenda, tanto da riuscire a superare grazie all’animale un vecchio trauma infantile riguardante proprio i cani. A rivelarlo fu lo stesso attore in un’intervista rilasciata all’epoca dell’uscita della pellicola a Access Hollywood.

Quando ero piccolo, probabilmente avevo 9 anni, e avevo un cane che è stato investito da un’auto – rivelò Smith. Quindi ho pensato “Ecco fatto! Non lo farò mai più. Non farò più tutto questo, non mi innamorerò più dei cani.

Will Smith entrò così tanto in sintonia con Abbey che chiese addirittura al suo addestratore di poterla tenera con sé, ma l’uomo rifiutò.

LEGGI ANCHE:  Oscar 2022, Chris Rock non denuncerà Will Smith

Lo stavo implorando – continuò Smith a Access Hollywood – Ero tipo “Per favore, fammi avere Abbey. Per favore, per favore, lasciamela tenere”. Ma sai, ora ha la sua famiglia, quindi era solo un’altra di quelle fugaci storie d’amore di Hollywood. Una di quelle cose fisse che accadono e sai, quello che succede a Las Vegas, rimane a Las Vegas

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa