Fallout: 5 film da guardare se vi è piaciuta la serie [LISTA]

Fallout
Condividi l'articolo

Se Fallout vi ha catturato, ecco alcuni consigli su film da guardare con trame, ambientazioni e toni molto simili in attesa della seconda stagione

The Omega Man, 1971

Dall’orribile titolo in italiano 1975: Occhi Bianchi sul Pianeta Terra, questo film è il più famoso adattamento (anche se non il primo) del romanzo Io Sono Leggenda di Richard Matheson. La trama la conosciamo: quello che sembra essere l’ultimo umano sopravvissuto dopo un’apocalisse (Charton Heston) si aggira da solo in una Los Angeles in rovina. Ma non è solo: deve combattere contro forze oscure e inquietanti, e ci sono dei segreti importanti che possono cambiare le cose. Un classico del post-apocalittico, noto anche per il remake con Will Smith del 2007.

image 179

Mad Max, 1979-1985

I primi tre film della saga di Mad Max seguono l’omonimo personaggio (Mel Gibson) mentre cerca di sopravvivere in un mondo nel quale l’apocalisse è arrivata lentamente, portando criminali e predoni ad aggirarsi per una terra desertica tra violenze, razzie e brutalità senza fine. Max è l’eroe solitario, burbero ma giusto che cerca di salvare quando può anche gli altri oltre a sé stesso. L’estetica distopica e futuristica della serie ha fatto scuola, e nel 2015 è uscito il sequel Mad Max: Fury Road, con Tom Hardy come protagonista.

LEGGI ANCHE:  Fallout: perché Lucy è (finalmente) un personaggio femminile scritto bene
image 178

L’Esercito delle 12 Scimmie, 1995

Celebre film di Terry Gilliam con Bruce Willis e Brad Pitt, racconta del prima e del dopo (con viaggi nel tempo in mezzo) di una apocalisse causata da un virus letale, che sarebbe stato liberato di proposito da un gruppo di attivisti, l’Esercito delle 12 Scimmie appunto. Il film coinvolge riflessioni importanti sulla natura umana e sull’evoluzione di una civiltà che, similmente a quanto vediamo in Fallout, sembra giunta a un punto di non ritorno. Ma pone anche l’accento sulla responsabilità di ognuno di noi a questo riguardo.

image 177

1997: Fuga da New York, 1981

Uno dei capolavori del maestro John Carpenter, è ambientato in un futuro distopico nel quale New York City è un gigantesco carcere abbandonato a sé stesso, con bande di criminali che si contendono una città in rovina strappandosi brandelli di potere come cani randagi. Snake Plissken (Jena in italiano: Kurt Russell) è un mercenario invitato in una missione segreta nella città, tra mille pericoli che metteranno a dura prova la sua forza ma anche il suo cinismo. Un super-classico degli anni ’80 imperdibile.

LEGGI ANCHE:  Fallout, ecco il trailer ufficiale della serie tv [VIDEO]
image 176

The Road, 2009

Questo film del 2009 rimane molto sottovalutato: segue le vicende di un padre (Viggo Mortensen) e suo figlio in viaggio in un ambiente post-apocalittico lungo una strada che è sia simbolica che letterale, in marcia disperata verso un futuro che pare tanto distante quanto irreale. Un approccio filosofico ma anche molto diretto e angosciante al tema della condizione umana in un mondo mutato, in cui sembra che nulla valga più la pena per niente; di sicuro, il più intenso in questa lista.

image 175

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa e sul nostro canale WhatsApp