Fallout: chi è Robert House, e perché è importantissimo per la saga [VIDEO]

House
Condividi l'articolo

Nella serie di Fallout è comparso (per ora) solo in un breve cameo, ma gli appassionati della saga videoludica lo conoscono bene. Ecco perché il personaggio di Mr. House è e diventerà molto importante

Chi ha giocato a Fallout: New Vegas sicuramente l’avrà riconosciuto subito, ma per gli spettatori della serie tv di Fallout quella di Robert House potrà essere sembrata sul momento solo una figura secondaria, forse sfuggente. Non è così: il personaggio è stato presentato saggiamente in un breve cameo, e senza evidenziare il suo nome.

Ma per molti sarà scattato il meme di Leonardo DiCaprio che riconosce qualcosa di importante sullo schermo. E importante lo è, questo personaggio, innanzitutto come imprenditore senza scrupoli a capo, come possiamo vedere, di Rob-Co. L’azienda, molto attiva nell’era pre-apocalittica (prima del 2077, cioè) produceva diversi robot da guerra e il personal computer Pip-Boy.

Come vediamo nella serie, House è concorde con Vault-Tec e le altre aziende multinazionali sulla necessità di “sganciare noi stessi le bombe”, e lo è per una ragione: prevede per sé un piano che lo porti a sopravvivere ben oltre l’apocalisse, rimanendo tra i potenti della nuova era. Come? Trasferendo il proprio corpo in una unità di supporto vitale, e collegando il suo cervello a un enorme computer.

LEGGI ANCHE:  Fallout: le nuove immagini del Vault nella serie sono spettacolari [FOTO]

Ma qualcosa va storto (SPOILER per chi non ha giocato a New Vegas): House “calcola” male l’ora esatta dello sgancio delle bombe, e il chip di platino necessario al funzionamento del suo nuovo cervello va perduto. Questo gli causa di finire in coma, vivo ma incosciente, riprendendo le sue facoltà solo nel 2138, molti anni dopo la guerra.

Da lì, House si attiva con un esercito di Securitron ai suoi ordini, agendo dal suo quartier generale del Casinò Lucky 38 a Las Vegas per estendere il suo controllo su una parte della città, mirando eventualmente a stabilire una nuova “tecnocrazia” che funzioni come dittatura autoritaria (con sé stesso al vertice) ma allo stesso tempo garantendo libertà e possibilità illimitate a chi sia forte abbastanza da guadagnarsele.

Nel videogioco il protagonista, il Corriere, può scegliere se aiutare Robert House, schierandosi con lui nelle lotte di potere a New Vegas, oppure se combatterlo parteggiando per una delle altre fazioni. Non c’è un finale canonico, ma NV è ambientato nel 2281 e la serie Amazon ci mostra invece eventi del 2296. Cosa significa questo?

LEGGI ANCHE:  Fallout, Ella Purnell parla del futuro di Lucy

Significa molto, perché nel finale della prima stagione vediamo Hank MacLean fuggire e arrivare proprio a New Vegas, cosa che ci comunica che molto probabilmente è lì per incontrare House o che forse prende ordini direttamente da lui, e non da Vault-Tec. Molte sono ancora le domande senza risposta, naturalmente.

Ma pensando anche al fan service e dato che un interprete (Rafi Silver; il voice actor storico, l’amato René Auberjonois, è morto nel 2019) è già stato impiegato per il ruolo, è molto probabile che lo ritroveremo, in una veste o in un’altra, nella nuova stagione della serie e saremo testimoni di quanto e come è cresciuto il suo impero.

Continuate a seguirci su LaScimmiaGioca e sul nostro canale WhatsApp