Jenna Ortega rivela il suo ruolo in Beetlejuice 2

Jenna Ortega, salita alla ribalta per l'interpretazione di Mercoledì nell'omonima serie tv Netflix, ha recentemente rivelato il suo ruolo all'interno del sequel di "Beetlejuice", pellicola del 1988 diretta da Tim Burton.

Jenna Ortega nel cast di Beetlejuice 2
Condividi l'articolo

Jenna Ortega sarà nel cast del film ed è entusiasta del ritorno del franchise al cinema

Jenna Ortega, salita alla ribalta per l’interpretazione di Mercoledì nell’omonima serie tv Netflix, ha recentemente rivelato il suo ruolo all’interno del sequel di “Beetlejuice”, pellicola del 1988 diretta da Tim Burton. L’attrice, inoltre, non ha esitato a manifestare il suo entusiasmo per il ritorno di Beetlejuice con un nuovo capitolo, dichiarando come questi tipi di storie strane e scoraggianti servano alle persone.

Il sequel di Beetlejuice, chiamato ufficialmente “Beetlejuice Beetlejuice”, amplierà la storia della commedia a tinte horror del film del 1988 in una nuova e stravagante avventura. Molti attori riprenderanno i loro ruoli originali, come Michael Keaton che vestirà di nuovo i panni del protagonista Betelgeuse, e Winona Ryder nei panni di Lydia Deetz.

A proposito proprio del rapporto con il personaggio interpretato dalla Ryder, Jenna Ortega ha voluto confermare le voci sul suo personaggio nel sequel: “Non so quanto mi sia permesso dire, ma sono la figlia di Lydia Deetz, quindi lo rivelerò. È strana, ma in un modo diverso e non come penseresti, direi. Il rapporto tra Lydia e Astrid, il mio personaggio, è molto importante. Ed è anche molto strano perché è necessario recuperare e mettere insieme i pezzi di quello che è successo nella vita di Lydia da allora, il che è bello, penso, per chiunque ami il personaggio ed è entusiasta di rivederla”.

Una scena del film Beetlejuice
Credits: Youtube/Beetlejuice: It’s Showtime | Movie Scene (HD) | Warner Bros. Entertainment

Jenna Ortega sarà quindi la figlia di Lydia Deetz e probabilmente avrà un ruolo importante all’interno del film. Sul rapporto tra Astrid e la madre Lydia, l’attrice ha aggiunto che il suo personaggio si scontrerà spesso con la sua figura materna: “Ogni bambino che diventa adolescente vuole essere allontanato dai propri genitori. Penso che combattano immediatamente qualunque cosa amino i loro genitori. Quindi penso che sia un po’ così. Non indosso il rosa e una cheerleader, ma sono un po’ contro la storia o il passato di mia madre. Ci siamo scontrati parecchio”.

Il ritorno nei cinema di Beetlejuice ha portato tra i fan della pellicola del 1988 un certa curiosità e un grande entusiasmo. La stessa Jenna Ortega si è detta contenta che la storia legata al personaggio di Keaton possa riprendere vita: “Mi sento come se gli studi cinematografici al giorno d’oggi, ovviamente, vogliono che le persone siano sedute e devi fare riavvii o sequel o cose del genere per coinvolgere le persone, ma riportare indietro Beetlejuice, tra tutte le storie, è così bello perché le persone hanno bisogno per rivisitare di nuovo storie strane, strane e scoraggianti”. 

L’attrice ha poi continuato spiegando l’importanza di storie come quella di Beetlejuice per le nuove generazioni di pubblico: “Dobbiamo introdurre la generazione più giovane che è sempre al telefono a nuove idee artistiche e creative. Più diventi strano, più persone riuscirai a vederlo, penso che probabilmente farà molto per il cinema in generale”.

Fonte: Cinemablend

LEGGI ANCHE:  Beetlejuice 2, Warner Bros annuncia ufficialmente il sequel

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa