Nicolas Cage: “Ho fatto film schifosi per ripagare i debiti”

Parlando con la CBS, Nicolas Cage ha rivelato di aver accettato molti ruoli schifosi per ripagare 6 milioni di debiti

Nicolas Cage
Condividi l'articolo

Nicolas Cage è uno degli attori più longevi al mondo. Con una carriera lunga oramai da oltre 4 decenni, ha preso parte a centinaia di film. Tuttavia è indubbio che nel corso degli anni abbia preso parte a moltissime pellicole minori che hanno anche danneggiato la sua reputazione. Parlando con la CBS, l’attore di Renfield ha raccontato di aver dovuto accettare moltissimi ruoli “schifosi” per ripagare un debito di 6 milioni di dollari.

Avevo investito troppo nel settore immobiliare. Il mercato immobiliare è crollato e non sono riuscito a uscirne in tempo – ha detto Nicolas Cage. Li ho rimborsati tutti, ma erano circa 6 milioni. Non ho mai presentato istanza di fallimento. Il lavoro è sempre stato il mio angelo custode. Potrebbe non essere stata una blue chip, ma funzionava comunque. Anche se il film alla fine ERA scadente, sapevo che ci tenevo comunque.

Cage aveva già riflettuto sui suoi molteplici film direct-to-video durante quell’epoca, dicendo a GQ nel 2022:

LEGGI ANCHE:  Pig: il nuovo film di Nicolas Cage ha il 97% su Rotten Tomatoes

Quando giravo quattro film all’anno, uno dopo l’altro, dovevo trovare qualcosa in ognuno di loro per poter dare tutto. Non hanno funzionato tutti. Alcuni di loro erano fantastici, come “Mandy”, ma alcuni non funzionavano. Ma non l’ho mai snobbati.

Nicolas Cage ha anche parlato di molti sequel dei suoi film accantonati in quel periodo.

Il telefono ha smesso di squillare. Pensavo: “Cosa vuoi dire che non stiamo facendo Il Mistero dei Templari 3? Sono passati 14 anni. Perché no?” Beh, L’apprendista stregone non ha funzionato e Ghost Rider non ha venduto abbastanza. E Drive Angry, che andava e veniva. Avevo tutti questi creditori alle costole e stavo spendendo 20.000 dollari al mese cercando di tenere mia madre fuori da un istituto psichiatrico, e non ce la facevo. Stava accadendo tutto in una volta.

Cage ha anche precedentemente condiviso i dettagli dei suoi debiti in una storia di copertina del NYT Magazine del 2019 .

Non posso entrare nei dettagli, nelle percentuali o nei rapporti, ma sì, il denaro è un fattore. Sarò completamente diretto su questo. Non c’è motivo per non esserlo. Non è un segreto che nel mio passato sono stati commessi degli errori che ho dovuto cercare di correggere. Gli errori finanziari si sono verificati con l’implosione immobiliare che si è verificata, tutto ciò che avevo guadagnato è stato praticamente sradicato. Ma una cosa che non avrei fatto era dichiarare bancarotta.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Nicolas Cage parla del suo Dracula: "Sarà qualcosa di nuovo e unico"

Seguiteci su LaScimmiaPensa