Steven Spielberg loda Il Cavaliere Oscuro

Parlando con Deadline Steven Spielberg ha lodato Il Cavaliere Oscuro, spiegando come, secondo lui, avrebbe meritato la nomination all'Oscar

spielberg, il cavaliere oscuro
Credits: Wikipedia/Gage Skidmore
Condividi l'articolo

Nella giornata di ieri sono state rese pubbliche le nomination relative ai prossimi Premi Oscar (qui per vederle). Tra i film maggiormente apprezzati c’è stato The Fabelmans, ultimo film di Steven Spielberg. Parlando con Deadline, il grande cineasta ha espresso tutta la sua felicità.

Ho appena compiuto 76 anni, e molti mi dicono: “Cosa ti resta da fare?” E all’improvviso vengo nominato per la prima volta nella mia carriera dall’Academy come coautore della migliore sceneggiatura: mi ha fatto sentire come se tutti quei corsi di inglese e di scrittura creativa fossero stati ripagati!

Dovevo essere pronto a raccontare la mia storia e non lo sono stato per molto tempo e per molte ragioni. Ho custodito gelosamente la mia privacy attraverso la cortina fumogena della fantascienza, dell’avventura o del romanzo storico.

Spielberg ha però deciso di raccontare la sua storia dopo la morte dei suoi genitori.

Quando sei orfano, non sai come ci si sente fino a quando non accade. È una cosa profonda, ha conseguenze profonde

Sebbene il suo The Fabelmans non abbia ottenuto un grande successo al botteghino, Steven Spielberg è contento del successo che in particolare due film candidati alla categoria più importante degli Oscar, Top Gun: Maverick e Avatar: La via dell’acqua hanno avuto al box office, spiegando come secondo lui anche altri blockbuster, come Il Cavaliere Oscuro, avrebbero meritato questo onore in passato.

LEGGI ANCHE:  Le 10 migliori interpretazioni di Tom Cruise

Sono davvero incoraggiato da questo. Questo cambiamento è arrivato tardi per il film che avrebbe dovuto essere nominato diversi anni fa, Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan. Quel film avrebbe sicuramente ottenuto una nomination per il miglior film oggi, quindi avere questi due film di successo presentati in modo solido nella top 10 è qualcosa che dovremmo tutti celebrare.

Il cambiamento di cui parla Steven Spielberg riguarda la decisione presa dagli Academy Awards nel 2010 di ampliare il numero di contendenti a miglior film da 5 a 10, pochi anni dopo dunque l’uscita de Il Cavaliere Oscuro.

Seguiteci su LaScimmiaPensa