John Dolmayan: “I System of a Down avrebbero dovuto rimpiazzare Serj Tankian”

Dolmayan
Condividi l'articolo

Secondo il batterista della band, i SOAD si sarebbero dovuti liberare di Serj Tankian da quasi due decadi

Parole che faranno certamente discutere quelle di John Dolmayan, il batterista storico dei System of a Down del resto già finito invischiato in diverse polemiche per via di prese di posizione controverse assunte negli ultimi anni. Ora, in vista di un possibile ritorno della band in pianta stabile (e della ripresa dell’attività live), Dolmayan dice la sua sull’integrità del gruppo.

Serj [Tankian] non ha voluto veramente stare nella band per un bel po’ di tempo. Sinceramente, avremmo forse dovuto separarci da lui attorno al 2006. Penso che saremmo dovuti andare avanti e che se Serj non voleva essere nella band a quel tempo avremmo dovuto farlo con qualcun altro”.

“Ma questo è quello che succede quando sei leale e veramente vuoi far funzionare la cosa. Ti ritrovi a combattere con cose che potrebbero essere deleterie per la salute della band. Forse sarebbe stato meglio se fossimo andati avanti e avessimo trovato un altro cantante per un album o due e avessimo continuato a fare musica, riportando Serj dentro poi se avesse voluto”.

LEGGI ANCHE:  B.Y.O.B.: la canzone dei System of a Down viene suonata... con armi da fuoco

“Forse sarebbe stato meglio, ma per come stanno le cose penso che abbiamo perso 15, forse 20 anni della nostra vita ad aspettare“. In effetti, l’ultimo album della band risale a 2005, Hypnotize; e nel frattempo, trascorsi ormai quasi appunto vent’anni, i quattro non hanno più pubblicato nulla a parte qualche singolo. Riusciranno a rimettere in moto il meccanismo?

Fonte: NME

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente