Michael Jackson: il tragico incidente in cui i suoi capelli presero fuoco

Condividi l'articolo

Un tremendo incidente accaduto a Michael Jackson nel 1984, che lo segnò profondamente e dopo il quale il cantante non fu più lo stesso

1984. Michael Jackson è già il cantante più famoso del mondo. Lo chiamano “re del pop” e hanno ragione: il suo album multi-platino, Thriller, è uscito due anni prima e lo ha reso una celebrità mondiale, con canzoni entrate nella storia come Beat It, Billie Jean e naturalmente la “cinematica” title track.

Jacko è celeberrimo ed è chiaramente richiestissimo ovunque. Per qualunque industria, fare affari con lui è oro. E questo vale anche per Pepsi, che proprio quell’anno decide di affidarsi a lui per uno spot (tra l’altro in un periodo di agguerrita competizione con Coca-Cola, cioè cruciale).

Il 26 gennaio 1984 Michael si trova su un set per girare il video che verrà utilizzato nella pubblicità. Dovrà ballare e cantare, tanto per cambiare, con il coinvolgimento di elaborate coreografie e fuochi d’artificio per abbellire il tutto. Ma sono proprio questi ultimi i traditori: senza che lui se ne accorga, danno fuoco ai suoi capelli.

LEGGI ANCHE:  Leaving Neverland: denunciati i creatori

Un video dell’accaduto (chiaramente di qualità non eccelsa) è disponibile e lo potete vedere qui sotto. Attenzione però: consigliamo alle persone sensibili di evitare la visione e lo stesso per chi possa ritenere moralmente sbagliato esporre un contenuto del genere. Il video c’è, ma non è obligatorio guardarlo.

La make-up artisti Karen Faye, che con Jacko ha lavorato per 27 anni, avrebbe testimoniato poi: “Non ho mai visto niente del genere in vita mia. Questa era una persona che conoscevo, e stava andando a fuoco“. Come possiamo vedere, i capelli di Michael prendono fuoco ma sulle prime lui nemmeno se ne rende conto, continuando a ballare.

Continua a pagina 2