Peaky Blinders vs Sons of Anarchy, tutte le Similitudini tra i due show

Sons of Anarchy, Thomas Shelby Jax Teller
Condividi l'articolo

Peaky Blinders e Sons of Anarchy sono due prodotti seriali d’altissima qualità, capace di raccontare storie dalla narrazione intensa e calibrata al dettaglio.

A un primo sguardo le due serie sembrano quanto più di lontano possibile possano essere l’una dall’altra.

Sons of Anarchy è ambientato sotto il sole della California, nel mondo delle gang motocicliste fuori legge. Peaky Blinders è pieno delle sfumature grige della Birmingham post prima guerra mondiale.

Eppure sotto questa macrostruttura esiste una rete piuttosto fitta di somiglianze e legami, che sembrano rendere una serie la sorella dell’altra.

I Leader: Jax Teller e Thomas Shelby

Entrambe le serie TV sono guidate da un protagonista maschile pieno di fascino che eredita, per così dire, l'”azienda di famiglia” e decide di rivoluzionarla.

Jax Teller (interpretato da Charlie Hunnam) ha un ruolo da leader nel MC di cui ha fatto parte suo padre e in cui ancora si trova sua madre, in quella che sembra essere quasi una rilettura dell’Amleto di Shakespeare.

Thomas Shelby (interpretato da Cillian Murphy) si porta dietro le ferite della prima guerra mondiale e il trauma della battaglia della Somme e tutto ciò a cui riesce a pensare è portare in alto il nome della sua famiglia.

Peaky Blinders Sons of Anarchy
Jax Teller e Thomas Shelby sono due personaggi che hanno davvero molto in comune

Entrambi affrontano il peso di portare sulla testa una corona fatta di violenza: per questo si offrono allo sguardo degli spettatori come divinità maledette, pieni di arroganza e whiskey.

Entrambi hanno, però, un’anima fatta di crepe e schegge, di traumi che non riescono a superare e che li inseguono come promemoria dei loro fallimenti.

E forse è proprio questo ciò che accomuna i due personaggi: nonostante siano alla guida delle loro famiglie e riescano ad ottenere quasi tutto, non riescono mai a colmare quel vuoto che si trascinano dietro.

Peaky Blinders e Sons of Anarchy: la ricerca della legalità

Un altro elemento che fa sì che i due protagonisti delle due serie TV siano molto più simili di quanto sembrerebbe è il desiderio di trasformare la propria carriera criminale in qualcosa di legale.

Jax proverà in ogni stagione a ripulire il mondo in cui è cresciuto, a ripulirne la reputazione e renderlo qualcosa di legale e accettabile. Ma ogni suo tentativo si trasforma in un nuovo carico di droga o in qualche altro cadavere da nascondere.

LEGGI ANCHE:  Peaky Blinders 6: lo spettacolare trailer della stagione finale [VIDEO]

Thomas Shelby fa più o meno le stesse cose: dopo essere diventato il Re delle Tenebre di Birmingham spera di potersi fare un nome e agire alla luce del Sole.

Spera, dunque, di scrollarsi di dosso il mantello di corruzione e violenza su cui ha costruito il proprio regno: ma come nel caso di Jax, i suoi tentativi portano impresso il fallimento.

Due grandi storie d’amore

Se è vero che Jax e Tommy condividono ferite e un atteggiamento arrogante con cui prendere a schiaffi il destino, è corretto affermare che un grande ruolo nella loro vita lo ha avuto l’amore.

Jax ha un grande amore, Tara, che sarà al suo fianco quasi ad ogni occasione, anche quando la donna voleva voltargli le spalle e uscire dal mondo dei SOA.

I grandi amori di Jax e Thomas Shelby

Nella prima stagione di Peaky Blinders, invece, fa il suo ingresso in scena Grace, una donna misteriosa per cui Thomas Shelby perde la testa e ritrova il suo cuore.

È diventata infatti iconica una delle prime tra i due: quando Grace canta una canzone e dirà a Thomas che gli spezzerà il cuore e lui risposte: already broken, già spezzato.

E tanto Jax quanto Thomas affrontano uno degli incubi maggiori: [spoiler alert] entrambi perdono le loro donne. Tanto Tara quanto Grace perdono la vita.

Tutto quello che di bello c’era in loro, tutto quello che i due protagonisti erano riusciti a strappare all’oscurità che li inseguiva sparisce quando l’amore muore.

Jax Teller si macchia irrimediabilmente le mani di sangue, firmando la sua dannazione, nell’episodio Red Rose, quando vendica la morte di Tara.

Thomas sembra essere sul punto di impazzire e ogni sua scelta viene pesata dal giudizio di una Grace fantasma, un residuo della coscienza del protagonista.

Il Matriarcato: Gemma e Polly

Altro elemento che Peaky Blinders e Sons of Anarchy hanno in comune è la scelta di porre l’accento anche su due personaggi femminili molto forti.

Da una parte c’è Zia Polly, che è dentro ai crimini dei Peaky Blinders e che si sa muovere nel mondo degli affari. Dall’altra c’è Gemma, la madre di Jax, una donna senza scrupoli. Letteralmente.

Peaky Blinders Sons of Anarchy

Ad accomunare le due donne non c’è solo il ruolo che hanno all’interno dello show e delle famiglie di cui sono colonne, sebbene molto spesso marce.

LEGGI ANCHE:  Peaky Blinders 6, Cillian Murphy torna sul set: al via le riprese [FOTO]

Gemma e Polly condividono un carattere duro, determinato, di chi non vuole farsi mettere i piedi in testa e di chi non accetta di essere messa all’angolo solo perché donna.

Entrambe fanno scelte molto spesso discutibili che portano il pubblico a voltar loro le spalle (soprattutto nel caso di Gemma) ed entrambe sembrano avere qualche problema ad accettare l’idea di aver sbagliato.

Tuttavia Gemma e Polly sono accomunate anche da ciò che hanno subito: entrambe, infatti, sono vittime di stupro.

Muovendosi tutte e due in contesti che sono prettamente maschili e in cui le donne vengono percepite in maggior parte come meri strumenti di piacere, Gemma e Polly provano la bassezza degli istinti maschili.

Gemma viene stuprata all’inizio della seconda stagione, da un rivale dei Sons of Anarchy che usa il corpo della donna come un messaggio da mandare al leader Clay (Ron Perlman).

Polly, invece, viene stuprata – sempre nella seconda stagione di Peaky Blinders – dall’ispettore Chester Campbell, che la obbliga a concedersi per liberare il figlio Michael di prigione.

Sons of Anarchy è il futuro di Peaky Blinders?

Potrebbe esserci un altro aspetto a legare le due serie: un aspetto che non potrà essere analizzato fino alla fine della serie di Stephen Knight.

Attenzione: il paragrafo che segue è spoiler per chi non ha finito di vedere Sons of Anarchy, quindi procedete a vostro rischio e pericolo.

Come è noto, alla fine di Sons of Anarchy Jax Teller muore: il leader della serie ha deciso di compiere un suicidio. Il peso delle sue perdite e delle sue scelte lo ha alla fine spinto all’autodistruzione.

Ora, dal momento che Peaky Blinders è stato confermato per altre due stagioni, non è possibile sapere quale sarà il destino di Thomas Shelby.

Ciò che è certo è che finché ci saranno stagioni dello show britannico ci sarà anche Thomas Shelby, perché è impensabile un Peaky Blinders senza il suo leader.

Ma il sospetto che alla fine della giostra Thomas sia sopraffatto dal suo passato al punto di seguire lo stesso percorso di Jax non è così inverosimile.

Per altre news e aggiornamenti continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com