Le ragnatele di Spider-Man fermerebbero un treno? Risponde la scienza

Un gruppo di studenti dell'Università di Leicester ha dimostrato, numeri alla mano, la fattibilità dell'eroico gesto visto in Spider-Man 2

spider-man 2
Condividi l'articolo

In Spider-Man 2, secondo capitolo della saga dell’Uomo Ragno diretta da Sam Raimi del 2004, la scena probabilmente più iconica è quella nella quale il nostro eroe riesce a fermare un treno in corsa prima che questo possa precipitare salvando così centinaia di vite. Si tratta ovviamente di un supereroe e dunque la sospensione dell’incredulità è al massimo. Tuttavia alcuni studenti dell’Università di Leicester hanno deciso di studiare in modo scientifico quanto visto nel film cercando di capire se si tratti di un qualcosa di effettivamente possibile. L’articolo dove è riportato riportato lo studio si intitola “Fare tutto ciò che può un ragno”, pubblicato sul Journal of Physics Special Topics dell’Università di Leicester nel 2013, dimostra che quanto visto nella pellicola è effettivamente realizzabile.

Lo Studio

Per il loro calcolo, gli studiosi sono partiti osservando i fatti. Ovvero sia il mezzo che Peter salva nel film è un treno composto da quattro vagoni della metropolitana R160 di New York City. Hanno poi calcolato lo slancio del treno supponendo che le sue quattro carrozze viaggiassero a piena velocità e a piena capacità. Gli studenti hanno quindi determinato che la forza necessaria alle ragnatele per fermare il treno fosse di 300.000 newton.

LEGGI ANCHE:  Tom Holland ha girato un cameo in Venom tagliato da Disney

Il team ha scoperto che il modulo di Young (o rigidità) della ragnatela necessaria sarebbe 3,12 gigascal. Questa è una cifra ragionevole per la rigidità della tela di un ragno, che varia da 1,5 gigapascal a 12 gigapascal nei ragni tessitori di orbite. Ciò che è correlato anche ai ragni del mondo reale è la robustezza delle ragnatele di Spider-Man, che dovrebbe essere di 500 megajoule per metro cubo. Un valore simile alla ragnatela di un ragno nero di Darwin che produce la ragnatela più forte conosciuta al mondo.

Sembra dunque che la matematica dimostri che le ragnatele di Spider-Man siano davvero abbastanza forti da fermare quel treno. Certo, l’articolo non affronta il problema del fatto che Peter stesso sia abbastanza forte da aggrapparsi alle ragnatele, o se ci fossero abbastanza punti di contatto per disperdere la forza in modo abbastanza uniforme da non abbattere gli edifici. Ma insomma, è Spider-Man, quindi probabilmente avrebbe funzionato.

LEGGI ANCHE:  Spider-Man: No Way Home, i buchi e le incongruenze della trama

Uno degli studenti, Alex Stone, ha dichiarato:

Si dice spesso che le ragnatele siano più forti dell’acciaio, quindi abbiamo pensato che sarebbe stato interessante vedere se ciò fosse vero per la versione ingrandita di Spider-Man. Considerando l’argomento, siamo rimasti sorpresi di scoprire che la tela è stata raffigurata accuratamente.

Che ne pensate?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.