Henry Cavill in Tv col cane: “Ha salvato la mia salute mentale” [FOTO]

Ospite al talk show Lorraine, Henry Cavill ha presentato al mondo il suo cane Kal e il meraviglioso rapporto che ha con lui

Henry Cavill
Condividi l'articolo

Henry Cavill è stato ospite del talk show britannico Lorraine per presentare la nuova stagione di The Witcher, in arrivo il prossimo 17 dicembre su Netflix (qui il trailer). L’attore si è presentato in studio col suo meraviglioso cagnolone, Kal, un Akita di 8 anni. L’ex volto di Superman ha parlato del suo rapporto con l’animale e del rapporto che ha con lui.

Lal è davvero il mio migliore amico – ha detto l’attore Andiamo ovunque insieme. Adesso ha 8 anni e ha salvato la mia salute emotiva e psicologica un sacco di volte. Per me è davvero fondamentale e abbiamo un legame incredibilmente stretto

Durante l’intervista, Cavill ha anche rivelato che tiene il suo vestito di Superman nel suo guardaroba ed è “pronto e in attesa della telefonata” per riprendere. il ruolo.

Guardi indietro e pensi, che meravigliosa opportunità. E anche se dovessi smettere di recitare domani e andare a vivere su uno yacht o una barca da qualche parte, una barca a vela, e semplicemente viaggiassi, potrei ancora guardarmi indietro e dire che ho indossato un mantello, ho saltato in giro e ho intrattenuto le persone

Qualche tempo fa, intervistato dsa The Hollywood Reporter, Henry Cavill aveva parlato della sua delusione per non aver mai visto il sequel di Man of Steel e ribadendo la sua disponibilità a tornare nella parte.

LEGGI ANCHE:  Cavill sul Superman nero: "È molto più del colore della pelle, è un ideale"

C’è ancora molto da raccontare per me come Superman, e mi piacerebbe assolutamente averne l’opportunità – aveva detto Cavill. L’uccisione di Zod ha dato al personaggio una ragione per non uccidere mai più. Superman che cadeva a terra e poi urlava – non credo che fosse originariamente nella sceneggiatura, ma volevo mostrare il dolore che aveva. 

Ho fatto riprese molto più emotive che non hanno scelto; stavo piangendo. Ha appena ucciso l’ultimo membro rimasto della sua specie. Questa è la scelta che ha fatto in quel momento, e non lo farà mai più. C’è un’opportunità di crescita dopo, per esplorare la psiche di Superman come un essere profondo, apparentemente invulnerabile, simile a un dio, ma con un vero sentimento dentro. Come dico sempre, “Il mantello è ancora nell’armadio”

Non per niente il suo cagnolone si chiama Kal, come Superman!