Gabriele Muccino esce dalla Giuria dei David di Donatello: è polemica

Su Twitter Gabriele Muccino ha spiegato di essere definitivamente uscito dalla giuria dei David di Donatello dopo le recenti polemiche

Gabriele Muccino
Gabriele Muccino alla cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2019, credits: Rai
Condividi l'articolo

Continua la querelle tra Gabriele Muccino e i David di Donatello. Il regista romano ha infatti pubblicato stamane un Tweet per informare di essere definitivamente uscito dalla Giuria del più importante premio cinematorafico nostrano.

Sono uscito dalla giuria dei David Di Donatello – scrive il cineasta. Non mi riconosco nei criteri di selezione che da anni contraddistinguono quello che era un tempo il premio più ambito dopo l’Oscar. Non mi presenterò più nelle categorie di Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura, in futuro.

Tutto era iniziato lo scorso marzo quando l’ultimo film di Muccino, Gli Anni più Belli era stato “snobbato” dalla kermesse cinefila italiana. Per questo motivo il regista aveva attaccato la scelta e criticato anche pesantemente Favolacce, film dei Fratelli D’Innocenzo candidato a ben 10 riconoscimenti (qui tutte le candidature).

LEGGI ANCHE:  Gabriele Muccino contro i virologi: "Hanno confuso un popolo intero"

In un Tweet polemico, Gabriele Muccino aveva spiegato di non essere stato in grado di finire la visione del film in quanto troppo noioso (qui per tutti i dettagli).

Sto provando a guardare da stamattina Favolacce. Non lo sono ancora riuscito a finire – aveva scritto il cineasta. Sarò poco intelligente o cinefilo per comprenderne la grandezza? (Eppur sono di quelli che quando vedono Dogman, chiamano il regista per ricoprirlo di complimenti).

Ovviamente questo Tweet aveva scatenato un’aspra polemica sul web alla quale aveva risposto tirando in ballo il politicamente corretto.

Per la cronaca: Pasolini detestava Calvino, Moretti Monicelli, i viscontiani si odiavano con i felliniani e a volte venivano persino alle mani. Se posso dirla tutta e fino in fondo, tutto questo politicamente corretto, è la tomba dell’arte e lo trovo insopportabile.

L’ultima volta che un film del regista romano è stato candidato ai David è stato nel 2003 quando il suo Ricordati di Me aveva ottenuto ben 10 nomination, senza tuttavia portare a casa alcun premio.

LEGGI ANCHE:  Gabriele Muccino contro la Candidatura di Notturno agli Oscar 2021

Cosa ne penssate di questa decisione?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.