Miley Cyrus: “Hannah Montana non era solo un personaggio”

Miley riflette sull'eredità di Hannah, il suo ex-alter-ego

Miley Cyrus
Condividi l'articolo

Miley Cyrus rivisita lo storico personaggio di Hannah Montana

Oggi conosciamo tutti Miley Cyrus per via delle sue imprese spericolate (musicali e non), della sua vita sregolata e della sua recente “conversione” al rock and roll vintage. Ieri, o per meglio dire, più di una decina di anni fa, la cantate era famosa soprattutto con un altro nome: Hannah Montana.

La serie sulla popstar fittizia più famosa della sua epoca è andata in onda su Disney Channel dal 2006 al 2011 (qui su Italia 1), attirando un pubblico giovanile molto ampio e aprendo di fatto a Miley le porte dell’industria musicale. Opportunità che lei poi ha sfruttato come ben sappiamo, buttandosi in una carriera tutta peculiare.

Molti artisti, quando si guardano indietro e riscoprono quello che hanno fatto agli esordi, tendono a rifiutare o a voler cancellare quei tempi in favore di una raggiunta maturità che nel frattempo li ha molto cambiati. Per Miley non va proprio così: non respinge i suoi giorni da Hannah Montana, ma neppure certo li abbraccia.

LEGGI ANCHE:  Black Mirror 5: la recensione
Hannah Montana – Nobody’s Perfect, 2007

“Mi sono dovuta evolvere perché Hannah era più grande della mia vita, più grande di me” spiega oggi “Sentivo che non avrei mai potuto avere il suo successo. Lei è il motivo per cui Lil Nas X sapeva di mio padre”. Lil Nas X ha ottenuto un enorme successo l’anno scorso interpretando la sua Old Town Road assieme a Billy Ray Cyrus.

“[Lui] è cresciuto guardando Hannah Montana e ha detto: ‘Voglio fare una canzone con Robby Ray’ [il personaggio di Cyrus padre]” racconta Miley, spiegando quindi che l’impatto della serie è andato in più direzioni, anche positive. E che quindi è difficile semplicemente accettare o rifiutare l’eredità di Hannah.

“Davvero, Hannah Montana non era [solo] un personaggio” spiega poi “Il concept dello show sono io. Ci sono davvero dovuta venire a patti e non vivere la cosa in terza persona”. Ma, aggiunge: “Se i miei pari accettano sé stessi grazie a qualcosa che ho fatto da bambina, allora sì cazzo, sono Hannah Montana“.

LEGGI ANCHE:  Black Mirror, nuovo video musicale di Ashley O aka Miley Cyrus

Fonte: People

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.