Quando Miley Cyrus blastò malamente Breaking Bad

Nel 2013 Miley Cyrus espressa la sua opinione su Breaking Bad, lasciando molti di stucco

miley cyrus, breaking abd
Condividi l'articolo

Sono passati 10 anni ormai da quando andò in onda nel 2013 Felina, ultimo leggendario episodio di Breaking Bad. Tuttavia non tutti condividono l’amore per questo incredibile show, Miley Cyrus ad esempio, in un’intervista rilasciata in concomitanza con la fine della serie, si disse non soddisfatta da quanto visto.

Mi sono appena appassionata a Breaking Bad , ma non sono riuscita a stargli dietro così tanto – ha detto Miley Cirus nel 2013 a Us Weekly. È soltanto lui che tossisce un sacco. Sono nella prima stagione e la tosse mi stava facendo impazzire. Abbiamo capito: stai morendo. C’è davvero bisogno di una scena intera di due minuti di un altro attacco di tosse? È troppo. In ogni brutta situazione, come ne esce? Comincia a tossire.

Questa di Miley Cyrus è tuttavia decisamente una voce fuori dal coro. Nonostante il molto tempo trascorso dalla fine dello show, i fan continuano a moltiplicarsi. Ospite di Who’s Talking To Chris Wallace?, il protagonista della serie Bryan Cranston ha provato a spiegare i motivi per che hanno portato, secondo lui, a questo imperituro successo la creatura di Vince Gilligan.

LEGGI ANCHE:  Breaking Bad, il film: Bryan Cranston pubblica una nuova e misteriosa foto su instagram

Penso che le persone si siano relazionate con questo Walter – spiega Cranston. Hanno empatizzato con lui, con un uomo che sta cercando di infondere davvero entusiasmo nella sua, nella sua scienza, ma che trova nient’altro che un mare di apatia nei i suoi studenti. Con un uomo che deve fare un secondo lavoro per la cura del figlio con bisogni speciali. Quindi, la professione di insegnante, il sistema sanitario, ne facevano tutti parte. 

E hai provato compassione per lui, ha un cancro terminale che manda all’aria tutti i suoi progetti di vita. Ma poi fa qualcosa di illegale? Bene, gliela faccio passare. E poi qualcosa di un po’ brutale, un po’ di più, un po’ di più. E Vince Gilligan voleva vedere per quanto tempo poteva andare e quanto lontano poteva allontanarsi da quell’uomo iniziale, e mantenere comunque la fedeltà del pubblico. È  stato un vero test. E non è mai successo nella storia della televisione che una star della serie cambi personaggio nel corso delle stagioni. E così sono rimasto sbalordito da quella prospettiva e volevo farne parte.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Breaking Bad: Caccia Grossa, l'episodio più controverso

Seguiteci su LaScimmiaPensa