Sia: una petizione per cancellare il suo film, Music

Il film Music di Sia in pericolo a causa di una petizione

Sia
Credits: TheEllenShow / YouTube
Condividi l'articolo

Sia inizia a trovarsi davvero nei guai

Non si placa la polemica su Sia e il suo film Music, accusato di essere irriguardoso nei confronti delle persone affette da autismo. Nello specifico, al centro della bufera ci sono il trailer del film e Maddie Ziegler, alter-ego di Sia e ballerina famosa per essere comparsa in tutti i più celebri video musicali della cantante australiana.

Potete vedere il trailer incriminato qui sotto. La Ziegler interpreta il personaggio di Music, che nella trama sarebbe appunto autistica. Il problema è che l’attrice non lo è, per cui la decisione di affidare il ruolo a lei è stata considerata negativamente. Anche la sua stessa performance, per quello che si vede dal trailer, sta avendo molte critiche.

Siamo quindi giunti al punto di non ritorno, quel punto critico al quale di recente sembra giungere ogni polemica di ampia portata: una petizione. Si intitola Cancel the Film “Music” e la potete trovare a questo link. Neanche a dirlo, è stata lanciata da una persona autistica.

LEGGI ANCHE:  Sia (+ Labrinth e Diplo): l'album LSD arriva in aprile; ascolta il nuovo singolo, No New Friends
Sia – Music, trailer ufficiale 2020

“L’artista musicale Sia pianifica di far uscire un film, l’anno prossimo, intitolato Music. Uno dei personaggi di questo film, il personaggio titolare chiamato Music, è autistico. Ciò nonostante, è interpretato dall’attrice neurotipica Maddie Ziegler“. Così si legge nella petizione. E prosegue.

“In più, nessuna persona autistica è stata consultata sulla realizzazione del film. Gli stereotipi emergono durante il trailer e ciò che si vede è nauseante per la gente che avrebbe voluto vedere il film. Come individuo autistico, chiedo che questo film venga cancellato”.

“[Il film] è estremamente offensivo per me e per le altre persone autistiche. Sia non ha mostrato rimorso per il suo inaccurato e doloroso tradimento della comunità. Questo film non avrà un importante impatto sulla storia. Cancellarlo dimostrerà che l’intolleranza verso la neurodivergenza è inaccettabile nella società di oggi”.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.