Johnny Depp: “Il momento più bello della mia carriera? Quando mi ritirerò”

Johnny Depp non ce la fa più: l'attore sembra infatti anelare un ritiro dalle scene

johnny depp
Johnny Depp in Blow

Johnny Depp è, in questi giorni, nelle sale cinematografiche con Waiting for The Barbarians, film di Ciro Guerra presentato lo scorso anno alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografia di Venezia.

In occasione di un’intervista rilasciata a Repubblica , l’attore ha parlato del personaggio che interpreta, il malvagio e crudele Colonnello Joll nella trasposizione del romanzo di J.M. Coetzee.

Nel film, infatti, Johnny Depp interpreta un uomo malvagio, pronto a qualsiasi cosa pur di raggiungere gli obiettivi prefissati. E a farne le spese è il personaggio interpretato da Mark Rylance.

Al festival di Berlino, invece, Johnny Depp ha presentato Minamata – di cui è appena uscito il trailer -, pellicola in cui racconta la storia vera del fotografo W. Eugene Smith che volò in Giappone per raccontare un avvelenamento da mercurio.

Nonostante i problemi legali che lo hanno portato in tribunale contro il The Sun e presto contro l‘ex Amber Heard, Johnny Depp sembra aver ripreso in mano la sua carriera, proprio quando sembrava che una débacle fosse inevitabile.

Quando uscirono le prime accuse mosse da Amber Heard furono in molti a chiedere l’allontanamento di Depp dal mondo del cinema, con tanto di licenziamento della Disney per la saga di Pirati dei Caraibi.

Ma, appunto, l’attore ha continuato a lavorare, interpretando anche Grindelwald nella saga di Animali Fantastici e Dove Trovarli, regalando una delle sue migliori interpretazioni degli ultimi anni.

Eppure, nel corso dell’intervista con il noto giornale italiano, Johnny Depp ha confessato di anelare il riposo e la “pensione”, prendendo le distanze da quella Hollywood che l’ha sempre deluso.

Quando infatti gli viene chiesto quale è il momento più felice della sua carriera, Johnny Depp risponde senza esitazione: Il giorno in cui mi ritirerò.

Per altre news e aggiornamenti continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com