Kate Winslet Conferma: “Non avrei dovuto lavorare con Woody Allen”

Kate Winslet torna a parlare della sua posizione contro Woody Allen e conferma il suo rimpianto ad aver lavorato con lui

Kate Winslet contro Woody Allen
Kate Winslet in una scena di La Ruota delle Meraviglie di Woody Allen

Qualche giorno fa l’attrice Kate Winslet ha rilasciato un’intervista a Variety in cui affermava di essersi pentita di aver lavorato tanto con Woody Allen quanto con Roman Polanski.

Con il secondo ha girato Carnage, mentre con il primo ha lavorato né La Ruota delle Meraviglie. Ed è proprio mentre era impegnata nella promozione di quest’ultima pellicola che l’attrice ha cominciato a pentirsi della scelta fatta.

Questo, almeno, è quello che ha raccontato in una nuova intervista con Variety, rilasciata in occasione del Toronto Film Festival, dove l’attrice presenta Ammonite.

Nel corso dell’intervista, infatti, Kate Winslet è tornata a parlare del suo pentimento nell’aver lavorato con Woody Allen e sul momento in cui ha preso coscienza del problema ha detto:

Immagino sia stato durante il press tour per La Ruota delle Meraviglie. Mi ha reso prepotentemente consapevole che probabilmente non avrei dovuto farlo.

L’attrice ha poi di nuovo sottolineato il suo rimpianto nell’aver lavorato con Woody Allen, nonostante solo qualche anno fa avesse rilasciato dichiarazioni quasi completamente opposte. A questo riguardo ha detto:

Impariamo, cresciamo, cambiamo. Penso che dovremmo tutti avere la possibilità di affermare: “Okay, non avrei dovuto farlo”. Stiamo vivendo in un periodo in cui siamo consapevoli di quanti aerei prendiamo, per fare un esempio, e siamo consapevoli di ciò che abbiamo fatto nel passato e vorremmo poter tornare fare in modo diverso. E voglio avere l’integrità di essere in prima linea e dire: “Sapete cosa? Probabilmente non avrei dovuto farlo”. Quello che ho detto a Vanity Fair è davvero ciò che penso: lo rimpiango. Lo rimpiango davvero.

//www.instagram.com/embed.js

Kate Winslet, a questo punto, ha spiegato di come sia arrivata a cambiare idea, di come tanto Woody Allen quanto Roman Polanski siano stati osannati dall’industria e percepiti come individui con cui andava bene lavorare.

Ma ora la consapevolezza dell’attrice è cambiata: Ora posso dire che non avrei dovuto girare quel film.

Per altre news e aggiornamenti continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com