15 curiosità su Casinò di Martin Scorsese

Casinò è uno dei film più noti di Martin Scorsese: ecco allora quindici curiosità che (forse) non conoscete

Condividi l'articolo

James Wood, ad ogni costo

Quando James Wood ricevette la notizia che Martin Scorsese voleva lavorare con lui, decise di chiamare l’ufficio del regista e lasciare il seguente messaggio: qualsiasi momento, qualsiasi posto, qualsiasi ruolo, qualsiasi ingaggio.

Sharon Stone, un obiettivo raggiunto

Leggenda vuole che Sharon Stone, nei suoi primi anni di recitazione, avesse detto al suo acting coach: Voglio diventare abbastanza brava da poter lavorare con Robert De Niro. A quanto pare riuscì a raggiungere il suo obiettivo.

Casinò, l’aspetto più difficile

Come è stato raccontato dai produttori nel corso di varie interviste, l’aspetto più difficile nella realizzazione di Casinò era far sì che il mondo del gioco d’azzardo risultasse il più verosimile possibile. Cosa assai difficile da ottenere perché, come dichiararono, fu tremendamente difficile trovare qualcuno che spiegasse loro come si può imbrogliare nella sala di un casinò.

La scena preferita di Martin Scorsese

Per stessa ammissione del regista, la sua scena preferita in Casinò è la ripresa dall’alto di Sharon Stone, mentre si trova al tavolo da gioco e lancia i dadi in aria, poco prima che lei e il Sam di Robert De Niro si incontrino.

LEGGI ANCHE:  La cura dal benessere - Recensione (No Spoiler)

F**k!

Nella versione originale, la scena fuck viene detta per ben 435 volte, con una media di 2.4 volte al minuto. Per Casinò fu un vero e proprio record: risultato che venne cancellato nel 1999 da Summer of Sam – Panico a New York, il film di Spike Lee. Ma, ancora una volta, fu Martin Scorsese a riprendersi lo strano record, nel 2013, con The Wolf of Wall Street.

La sofferenza di Sharon Stone

Durante la lavorazione del film, Sharon Stone soffrì sempre tantissimo. Aveva infatti problemi alla schiena a causa di una vecchia ferita. Non fu aiutata nemmeno dall’indossare un avito – quello bianco e oro – che aveva un peso di circa 21 chilogrammi.

Il talento di James Wood

Proprio come avviene per i dialoghi tra Joe Pesci e Robert De Niro, anche James Wood decise di dar prova dei suoi talenti, improvvisando per quasi tutto il tempo in cui si trovava sul set.

Casinò, un film senza trama

Secondo Martin Scorsese, in un’intervista poi aggiunta ai contenuti speciali della versione statunitense del Bluray disc, Casinò è un film senza trama. Tre ore e niente trama. Perciò sappiate a cosa state andando incontro. C’è un sacco di azione, un sacco di storia, ma nessuna trama.

Per altre news e aggiornamenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com

LEGGI ANCHE:  La magia del bianco e nero - Top 10