Robert Downey Jr. accusato da Terrence Howard: “Mi ha rubato i soldi”

Terrence Howard, il primo War Machine nel primo Iron Man, ha parlato di ciò che lo ha spinto fuori dal MCU e, nel farlo, ha attaccato duramente Robert Downey Jr

Robert Downey Jr., appesa al chiodo la sua armatura da Iron Man, non è immune da polemiche che riguardando la sua avventura all’interno del Marvel Cinematic Universe, di cui è stato uno dei protagonisti assoluti.

Nello specifico, Terrence Howard ha avuto molto da dire riguardo la sua estromissione dall’universo Marvel, dopo aver interpretato il personaggio di War Machine nel primo Iron Man.

Il ruolo, che poi è stato ereditato da Don Cheadle, è stato al lungo al centro di molte speculazioni da parte dei fans, che si sono chiesti il motivo per cui il protagonista della serie TV Empire sia stato allontanato dopo la pellicola del 2008.

In una recente intervista Terrence Howard ha fatto sapere che il suo accordo iniziale con la Marvel prevedeva 3 film, ma le polemiche sono iniziate quando lo studio, durante le negoziazioni, ha fatto sapere che per i film successivi voleva pagarlo solo una frazione di quanto avesse guadagnato per il primo film.

Sono venuti da me per il secondo film e mi hanno detto: “ti paghiamo 1/8 di quanto abbiamo concordato, perché pensiamo che sarà un successo con o senza di te”.

A questo punto Terrence Howard chiamò subito Robert Downey Jr., pensando che l’attore si sarebbe schierato dalla sua parte e lo avrebbe in qualche modo protetto dagli attacchi dello studio. Ma stando a quanto raccontato dal primo War Machine, le sue speranze sono rimaste disilluse.

Robert Downey Jr. avrebbe evitato di rispondere alle sue chiamate per ben 3 mesi, quando ormai la Marvel aveva scelto di proseguire il percorso di War Machine affidando il ruolo a Don Cheadle.

Nonostante l’attacco a Robert Downey Jr., nel mondo di Hollywood è parecchio nota la reputazione di Terrence Howard di essere una persona davvero difficile da gestire e con cui è complicato condividere il set.

Proprio perché consapevole di questa sua reputazione, Terrence Howard è ancora oggi del tutto convinto che il motivo della sua uscita dal MCU sia dovuto alla scelta di Robert Downey Jr. di allontanarlo. Se la storia fosse vera, è chiaro che la Marvel avrebbe spinto per salvare il suo già iconico Tony Stark, piuttosto che un comprimario.

È uscito fuori, ha detto Howard in un’intervista risalente al 2013, che la persona che ho aiutato a diventare Iron Man, quando arrivò il momento di tornare per il secondo film prese i soldi che dovevano essere spesi per me e mi escluse dal film.

Un’altra versione della storia arriva da Jon Favreau, che era alla guida proprio del primo capitolo dedicato a Iron Man. È noto infatti che il regista – che interpreta anche Happy – non fosse contento di come Terrence Howard avesse ritratto Rhodey. Leggenda vuole che il metteur en scene fosse stato costretto a rigirare più volte le scene che riguardavano Howard. Questo, unito ai problemi che l’attore portava sul set, dovrebbero essere le vere ragioni dietro il suo allontanamento.

Per altre news e aggiornamenti, continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com