I 7 consigli di Jon Favreau per fare un buon film

Condividi l'articolo

Al Tribeca Film Festival che si sta svolgendo in questi giorni, Scarlett Johansson è intervenuta come conduttrice del primo Tribeca Talks: Directors, intervistando nientemeno che Jon Favreau (oltre che attore, anche regista di titoli come Iron Man, Chef e il recentissimo Il libro della Giungla). Durante l’intervista, Favreau ha svelato le sue 7 regole per fare buoni film. Aprite le note o prendete un taccuino, l’importante è segnarsi tutto attentemente: ecco qui i consigli del regista.

1- Dirigere è come fare i genitori: devi prestare attenzione a tutto.
2- L’improvvisazione e la buona recitazione sono due cose diverse: con l’improvvisazione sei più libero e ti diverti di più, ma un bravo attore deve anche essere intelligente, capire la scena e sapere quando limitarsi.
3- Il fallimento insegna più del successo: non impari dal successo – il fallimento è sconcertante e schiacciante, e ti aiuta a migliorare.
4- Quando sei in difficoltà, cerca spunto da un altro regista: imita ed emula finché non trovi il tuo stile personale. Quando però non sai cosa fare sul set, pensa a cosa farebbe quel tuo regista preferito.
5- Fai solo un film di cui sei ossessionato: anche se un film può richiedere due o tre anni della tua vita, tu non mollare. Se andrai a fondo, riuscirai a fare il film che vuoi.
6- Prima di adattare un classico, elenca le scene iconiche che devono essere incluse: che sia Shakespeare o il nuovo Libro della Giungla, pensa intensamente a quell’opera e vedrai certe scene riaffiorare nella tua testa. Quelle non potranno assolutamente mancare dal film.
7- Quando scrivi, metti via gli schermi e prendi un taccuino: scrivere stimola le idee – è come riempire di inchiostro un vecchio libro sbiadito.

LEGGI ANCHE:  Scarlett Johansson, incidente a luci rosse

Jon Favreau ritornerà dietro la macchina da presa per l’adattamento de Il Re Leone, per poi riprendere il successo mondiale Il Libro della Giungla con il suo sequel.