Noel Gallagher, la cocaina e un attacco di panico

Noel Gallagher e le sue disavventure con la droga negli anni '90

Noel
Noel Gallagher nel video di "Blue Moon Rising"
Condividi l'articolo

Noel Gallagher e le sue esperienze negative tra cocaina e ospedali

Gli anni ’90 erano anni ruggenti per gli Oasis, e naturalmente anche e soprattutto per i fratelli Gallagher. Noel, leader de facto del gruppo, racconta di aver preso cocaina, allora, “praticamente ogni notte”. Sostanza che, in molteplici casi, gli scatenò degli attacchi di panico. Un episodio, in particolare, è rimasto impresso nella memoria del cantante inglese, e lui lo racconta in un’intervista a Matt Morgan, nel podcast Funny How? Negli Stati uniti, negli anni ’90, uno di questi attacchi fu, per Noel, pare, particolarmente aggressivo. “Ho dovuto ricoverarmi, una volta. Immagina di avere una psicosi e di dover andare in ospedale”.

Non capiscono una parola a causa del tuo accento, e tu sei tipo ‘Credo di stare per morire’“. Tra questo episodio e altri consimili, Noel infine, nel 1998, decise di dare un taglio alla cocaina. Passò un mese a disintossicarsi in Thailandia, assieme a Meg Matthews, la sua prima moglie. Da allora è sempre rimasto “pulito”, e oggi anzi considera “noiose” le persone che assumono cocaina. “Sai sempre che quando spunta fuori la coca una serata andrà di merda” dice ” ha detto all’Irish Independent “Sono sempre divertimento e giochi, ma quando qualcuno tira fuori la coca, per me è tipo ‘Bene, in ogni caso è meglio che io vada, perché adesso qui ci si annoia’“.

LEGGI ANCHE:  #Venti2020: Oasis - Standing on the Shoulder of Giants

Fonte: New Musical Express

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.