Noel Gallagher: reunion? Gli Oasis vendono adesso come quando eravamo insieme

Noel
Condividi l'articolo

Secondo Noel i dischi degli Oasis vendono annualmente come quando la band era ancora unita. Perciò, una reunion sarebbe inutile

Una reunion inutile, perlomeno dal punto di vista economico, quella degli Oasis. Lo stabilisce Noel Gallagher in persona, una delle due metà da convincere per riportare insieme sullo stesso palco la celebre formazione inglese. Di per suo, oltre alla sua carriera da solista, Noel ha infatti tutte le royalties della band di cui rallegrarsi (dato che quasi tutte le canzoni le ha scritte lui).

Morale: quando ascoltate Champagne Supernova o Wonderwall oppure acquistate una copia fisica di Be Here Now o Heathen Chemistry, la maggior parte dei guadagni (se non tutti) vanno a lui. Ecco perché il cantante sembra volersi risparmiare la fatica (e il possibile fastidio) di tornare a cantare e suonare con il fratello minore.

“Andresti in vacanza con la tua ex-moglie?” domanda Noel, all’ennesima inquisizione riguardo ad una possibile reunion “Per quanto possa suonare divertente, gli Oasis vendono tanti dischi all’anno ora come facevano quando eravamo insieme. Siamo tanto popolari agli occhi della gente come lo siamo sempre stati. E io sono felice così”.

LEGGI ANCHE:  Oasis: Noel e Liam starebbero per riunirsi "a porte chiuse"

“Se tornassimo insieme sarebbe un circo, e non ha senso. Lasciamo le cose così. Lui [Liam] sta facendo le sue robe. Sta ancora sbancando a Knebworth [con i suoi concerti dal vivo]. Cioè, mate, buona fortuna, capito che cosa voglio dire?” Per ora, quindi, nulla di fatto. Arriverà mai un momento in cui rivedremo i fratelli Gallagher insieme sullo stesso palco?

Fonte: NME

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente