Amber Heard rischia 3 anni di prigione per prove false contro Johnny Depp

Amber Heard rischia fino a tre anni di prigione se verrà considerata responsabile di aver falsificato delle prove a sostegno delle sue accuse di violenza

Amber Heard
Amber Heard e Johnny Depp in una scena di The Rum Diary

Amber Heard rischia una condanna per falsificazioni delle prove, un crimine che prevede fino a tre anni di reclusione. L’attrice di Aquaman è stata denunciata per diffamazione dall’ex marito Johnny Depp per 50 milioni di dollari, dopo che la Heard aveva scritto un editoriale sul Washington Post in cui lo descriveva come un uomo colpevole di abusi psicologici e fisici.

Se, in un primo momento, l’opinione pubblica è stata quasi interamente dalla parte di Amber Heard, tanto da eleggerla anche una paladina del movimento #MeToo, ora le cose sono leggermente cambiate. Questo perché sono stati pubblicati degli audio in cui non solo Amber Heard ammette di aver colpito Johnny Depp e di averlo preso a pugni, ma l’attrice si prende gioco anche del compagno e del suo desiderio di dire la verità e dunque mostrarsi come vittima di abusi. 

La guerra tra Amber Heard e Johnny Depp, iniziata nel 2016 con la richiesta di divorzio e un ordine restrittivo chiesto dall’attrice contro il marito dopo essere stata attaccata fisicamente, sembrava essere stata archiviata con il divorzio e l’accordo economico.  Ma a quanto pare Johnny Depp stava aspettando solo il momento giusto per rivendicare il proprio diritto a un contraddittorio, portando all’attenzione dei legali e dei mass media molti contenuti che smentirebbero molte delle affermazioni dell’attrice.

Come ad esempio il fatto che Johnny Depp le avesse fatto due occhi neri poco prima dell’apparizione di Amber Heard al The Late Late Show With James Corden, nel 2015. Affermazione che venne smentita dalla stilista e amica della stessa Heard, che dichiarò: Per tutta la giornata del 16 Dicembre 2015 ho potuto vedere che Amber Heard non aveva nessun segno visibile, taglio o ferita sul volto o su qualsiasi altra parte del corpo.

Secondo la sezione 141 del Codice Penale della California è illegale alterare, modificare, piazzare, nascondere, manipolare o spostare qualsiasi prova fisica con l’intento di far accusare qualcuno di aver commesso un crimine. Questo tipo di reato, rappresentato anche dalle sezioni 132 e 134 dello stesso Codice Penale, portano ad una pena che prevede fino a 3 anni di reclusione. La pena viene applicata anche se l’impuntato non ha fisicamente creato la falsificazione, ma l’ha usata per andare contro qualcuno. Quindi non importerebbe se Amber Heard avesse, di sua mano, falsificato delle prove: quello che importa è che avrebbe usato quelle prove false contro Johnny Depp.

Per altre news e aggiornamenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com