Charlie Chaplin non è mai arrivato terzo ad una gara per sosia di Chaplin

La storia che narra la partecipazione di Charlie Chaplin ad una gara per sosia di Charlie Chaplin è solo una leggenda metropolitana. Ecco ciò che sappiamo.

tempi-moderni, charlie chaplin
Condividi l'articolo

Nel film Slevin-Patto Criminale è contenuto un aneddoto, raccontato da Mr. Goodkat, riguardante Charlie Chaplin, autentica leggenda del cinema degli inizi del secolo scorso.

Charlie Chaplin partecipò a un concorso per sosia di Charlie Chaplin a Montecarlo e arrivò terzo. Quella è una storia assurda

Tuttavia questa è niente più che una leggenda metropolitana, una storia entrata oramai nell’immaginario collettivo mondiale che non ha reali basi storiche. Per scoprire le origini di questo aneddoto, bisogna tornare indietro al 1920, quando sul Sheffield Evening Telegraph appare un articolo di giornale che titola Come Charlie Chaplin ha fallito scritto da Lord Desborough. In questo stralcio veniva raccontato come l’attore britannico avesse gareggiato in una gara per sosia di sé stesso senza i celeberrimi baffi e senza gli scarponi. Questo lo portò ad arrivare addirittura ventesimo.

Il passaparola: le notizie prima di Internet

Questa notizia si diffuse, con tempi consoni all’epoca, fino all’Asia, dove il Singapore’s The Strait Times il 10 agosto 1920, un mese dopo l’articolo di Lord Desborough, riportò come la storia della sconfitta di Charlie Chaplin fosse stata raccontata dalla famosissima attrice Mary Pickford non a Lord Desborough, bensì a sua moglie.

LEGGI ANCHE:  Aspettando il Cinema Ritrovato - Il paradiso dei cinefili

Tempo 15 giorni e questo assurdo aneddoto, di cui nessuno vicino al grande attore fa mai menzione in tutte le decine di opere dedicate a Chaplin, arriva addirittura in in Nuova Zelanda, riportata dal Poverty Bay Herald, senza alcuna variazione.

Tuttavia, la storia comincia a mutare a settembre, quando sul Dundee Courier compaiono nuovi succosi dettagli sulla competizione. In primis, spariscono le figure di Lord Desborough e di sua moglie; si inizia a parlare di un fantomatico orologio d’oro messo in palio al vincitore della gara e si racconta come Chaplin arrivò addirittura venticinquesimo. In questo frangente si esagera però. Difatti viene raccontato anche di come l’attore, dopo la gara, rivelò a tutti la sua identità, creando una fragorosa esplosione di risate.

Passano altri 8 mesi e si torna in Oceani, precisamente in Australia con una storia ancora diversa da quelle precedenti. Il 23 marzo 1921 infatti sull’Albany Advertiser,si parla finalmente del luogo dove questa gara per sosia di Charlie Chaplin si sarebbe  svolta: California. In questa fantomatica cara svoltasi nello Stato dell’Oro sarebbero stati addirittura 40 i partecipanti insieme all’originale Chaplin piazzatosi addirittura ventisettesimo.

LEGGI ANCHE:  I 10 film di guerra che dovresti vedere prima di Dunkirk

La verità non verrà mai a galla, questo è ormai assodato. Tuttavia una cosa è certa:  Charlie Chaplin non è mai arrivato terzo ad una gara per sosia di Charlie Chaplin a Montecarlo.

Un’autentica mossa Kansas City Mr. Goodkat, bisogna ammetterlo.

Conoscevate questa storia?

Leggi anche:

I 20 monologhi più coinvolgenti tratti da un film

Per altre notizie e approfondimenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com

 

 

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.