10 Curiosità su Chocolat: quello che non sapevi sul film con Johnny Depp

Dieci curiosità che forse non conoscete su Chocolat, il film di Lasse Hallstrom con Johnny Depp e Juliette Binoche

Stasera verrà trasmesso alle 21.10 su Paramount Network Chocolat, il film di Lasse Hallstrom liberamente tratto dal romanzo omonimo di Joanne Harris edito in Italia per Garzanti.

Chocolat racconta la storia di Vianne (Juliette Binoche), una cioccolataia che sul finire degli anni ’60 si trasferisce nel piccolo villaggio di Lansquenet-Sur-Tannes, guidato dal conservatore sindaco, il Conte De Reynaud (Alfred Molina).

Vianne, con la sua cioccolateria nel periodo quaresimale, la sua natura libera e il suo essere madre senza essere moglie, porta immediatamente scompiglio nella provinciale vita di paese: le uniche alleate che avrà all’inizio saranno la sua proprietaria di casa (Judi Dench) e Josephine (la Lena Olin vista in Hunters). L’arrivo di un battello di girovaghi e dell’affascinante Roux (Johnny Depp) metteranno ancora di più Vianne contro il Conte.

Uscito nell’ormai lontano 2000 Chocolat è diventato quasi un classico. Ecco, dunque, alcune curiosità che potreste non sapere su questa pellicola.

1) Imparare il mestiere

Per entrare maggiormente in sintonia con il personaggio di Vianne, Juliette Binoche si recò a Parigi, presso una famosa cioccolateria della capitale francese, per imparare con le sue mani come fare il cioccolato. L’attrice imparò così bene il mestiere che alcune delle sue “creazioni parigine” vengono mostrare anche nel film, durante le scene del festival.

2) Un vero villaggio francese per Chocolat

Lansquenet non esiste nella realtà: il villaggio è stato ricostruito a Flavigny-Sur-Ozerain, un paesino francese della Borgogna. La popolazione, all’epoca delle riprese, contava 370 abitanti, alcuni dei quali vennero scelti come comparse e venivano tenuti quotidianamente aggiornati sugli sviluppi delle riprese.

Il villaggio non era provvisto di una cioccolateria, ma ha un laboratorio che produce caramelle all’anice che vengono vendute in tutto il mondo. Il laboratorio, però, non può essere visitato.

Infine, per dimostrare agli scettici di aver girato davvero all’interno di un villaggio e non attraverso una miniatura, Lasse Hallstrom aggiunse, nella scena finale di Chocolat, un uomo che passeggiava nel lato basso della piazza ripresa.

3) Altre location

Sebbene Johnny Depp vivesse in Francia con la compagna Vanessa Paradis (lasciata poi per la travagliata storia con Amber Heard), non prese parte a nessuna delle riprese nello stato transalpino. Tutte le sue riprese hanno avuto luogo in Inghilterra, o sui set ricostruiti o in alcune location britanniche. Stesso discorso per Judi Dench, che voleva restare vicino al marito, molto malato durante le riprese.

4) Cioccolata? No, Grazie.

Nel commento al film contenuto negli extra dell’edizione in DVD di Chocolat, Johnny Depp ha dichiarato di non amare particolarmente il sapore del cioccolato. Ironia della sorte, qualche anno dopo avrebbe vestito i panni di Willy Wonka, il proprietario della Fabbrica di Cioccolato.

5) Pantoufle

Quando Pantoufle, il canguro-amico-immaginario della piccola Anouk viene mostrato sullo schermo, la macchina da presa riprendere in realtà un Wallaby. Si tratta sempre di un animale marsupiale, la cui taglia tuttavia non è abbastanza grande per poterlo considerare un canguro. Sul set erano presenti ben tre addestratori che avevano il compito di far saltare l’animale in un determinato modo.