Tenacious D: il live a Milano tra risate e musica

Abbiamo visto i Tenacious D al Lorenzini District di Milano e ci siamo divertiti veramente molto

Tenacious D
Jack Black e Kyle Gass in Tenacious D e il Destino del Rock

La band, capitanata dall’irriducibile Jack Black e dal fido compagno Kyle Gass, ci porta per mano in una magica e peccaminosa avventura.

I Tenacious D non hanno certo bisogno di presentazioni. Dopo il film, Tenacious D e il Destino del Rock, che li ha consacrati nel loro magico Olimpo del rock e nel cuore di tanti spettatori, il duo ha deciso di tornare in studio di registrazione e in giro per gli stadi di tutto il mondo. La tappa al Lorenzini District di Milano è stata quindi una data imperdibile per i fan italiani. Parliamo sinceramente, nessun altro live rock potrà farvi ridere come questo.

La prima parte del live ripercorre il loro ultimo progetto Post-Apocalypto. La scenografia è parte portante di tutto lo spettacolo. Grazie a un telo semitrasparente le proiezioni venivano spalmate di fronte o intorno alla band in base all’esigenza. Come cornice si poteva da subito notare la silhouette di un sipario da teatro. Ed è proprio questa la forza del live portato in scena da Jack Black e Kyle Gass, un mix perfetto tra commedia teatrale e un live rock.

Parental Advisory: Explicit Contenent.

L’avviso a tutela dei minori che trovavamo in larga scala su praticamente ogni disco rock rappresenta in tutto e per tutto il live del duo. Il percorso tra sketch e musica che ripercorre Post-Apocalypto è tempestato da peni, vagine, penetrazioni, squartamenti, mostri osceni e Terminator sessuali. Uno spettacolo non adatto quindi a chiunque, perlomeno non a chi si scandalizza facilmente. Le scenette proiettate e disegnate dalla mano dello stesso Jack Black non nascondono proprio niente. Seppur molto spinto nei modi, le risate sono incontenibili.

Ogni scena viene prima interpretata, doppiata, dal duo e poi suonata dall’intera band al momento di entrare in scena. L’album, o meglio il progetto, Post-Apocalypto non ci fece urlare al miracolo al momento dell’uscita ma è nel live che splende di luce propria. L’interpretazione dei due e il modo spontaneo di coinvolgere il pubblico rappresenta un unicum nell’intero panorama internazionale.

Musicalmente parlando?

Appoggiati dai Wynchester, il duo si comporta egregiamente sotto ogni aspetto. Un errore qua e là sulle note di accompagnamento non minano assolutamente la bontà dell’intero live, anzi lo rendono reale e genuino. Dopo tutto il percorso di Post-Apocalypto, i Tenacious D propongono i pezzi che li hanno resi famosi. Una menzione speciale va assolutamente a Master Exploder, la “canzone impossibile”. L’esecuzione è perfetta, talmente perfetta da essere in playback. Il tutto non viene nascosto e dopo metà brano la backing track e le proiezioni iniziano a crashare formando suoni in loop e sfondi da screen saver. Kyle Gass se ne va mortificato ma Jack Black lo consola dicendo che non c’è niente da vergognarsi, anche Miley Cyrus e Madonna cantano in playback. Uno sketch molto ben definito e letteralmente pungente.

Fuori dalla scenetta del playback possiamo invece ascoltare la splendida voce di Jack Black ma soprattutto l’intreccio di voci che crea insieme al collega. Un’ottima opera rock live in cui la musica è sempre protagonista anche quando non viene suonata. Tra un “bailar” e “Grazie Milli” Jack Black ha coinvolto il pubblico dall’inizio alla fine.

Un finale che non ti aspetti in perfetto stile Tenacious D.

Prima dei saluti non poteva mancare il solito e consolidato bis. A sorpresa i Tenacious D attaccano sulle note di Lose Yourself di Eminem per poi agganciarsi a Sunshine of Your Love dei Cream. La chiusura è chiaramente eseguita con il pezzo che rappresenta più di tutti l’anima della band: Tribute (The Best Song in the World). Perché si, i Tenacious D non saranno oggettivamente la più grande band di tutti i tempi ma nei nostri cuori in realtà lo sono.

Leggi anche:
Tenacious D – Recensione Post-Apocalypto
Musica e film – Tenacious D, la commedia rock

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.