Locus Festival 2019, buon compleanno con il botto

Auguri ad uno dei più intriganti e ricercati festival della penisola, sempre nuovo e al contempo sempre se stesso.

Compie quindici anni uno dei più interessanti eventi culturali in Italia, e ci regala una festa da sogno

Il punto focale, in geometria, è un punto di fondamentale importanza, nonostante sia all’apparenza soltanto preso a caso: con il suo logo fiammeggiante, il Locus Festival si propone esattamente come punto focale della parabola dell’arte in Italia. Il Festival è ormai da anni una garanzia per qualsiasi appassionato di musica, e non solo; la splendida Locorotondo, piccola perla incastonata nella località pugliese della Valle d’Itria, si anima ogni anno di un fermento culturale a 360 gradi che si muove attraverso musica, arte, cinema e artigianato.

Il Locus Festival prende vita nel 2005 grazie a Bass Culture Srl e diventa fin da subito una realtà nazionale, grazie alla qualità della proposta musicale: ricercata, che strizza l’occhio alla popolarità ma senza mai scadere nella banalità.
Negli anni, un filo sottile ha collegato jazz, nu soul, cantautorato e pop intelligente e li ha portati tutti quanti sul palco del Locus regalando alla Puglia e all’Italia intera gli scorci più caratteristici della musica di valore del vecchio e del nuovo millennio. Un Festival “glocal”, che combina l’attenzione alla valorizzazione del territorio e il carattere internazionale, infiammando l’intera cittadina e al contempo creando un evento capace di muovere masse di fan e soprattutto appassionati.

Per l’edizione del 2019, il Locus ha preparato un calendario frenetico e spettacolare.

Locus Festival 2019
Locus Festival 2019

Il 5 luglio, Giorgio Poi ha incantato la Valle d’Itria in un concerto-anteprima del Locus; il Festival si aprirà ufficialmente il 27 luglio, con l’inaugurazione di una mostra per i 15 anni del Locus Festival, e proseguirà la sera stessa con un live di altissimo livello, che vedrà sul palco prima il delicato rapper Mecna e poi il prodigio del jazz Vincent Fenton, in arte French Kiwi Juice o abbreviato FKJ.

Due eventi esplosivi ad agosto: Mahmood e Mrs. Lauryn Hill il 7 agosto e Calcutta con Giorgio Poi e Margherita Vicario il 10 agosto; Mammal Hands, Colle Der Fomento, Jose James, Four Tet e molti altri infiammeranno il palco fino al 17 agosto, ultimo giorno di festival, per il quale è previsto un misterioso evento a sorpresa…
I biglietti sono già disponibili sul sito, insieme ad un servizio navetta attivo nella provincia di Bari.

L’after movie della scorsa edizione del Locus Festival

Presentate anche le rassegne Locus Focus e Locus Movie, sguardi trasversali sull’attualità e sul cinema. Il cineforum prevede due film-documentari, rispettivamente su Betty Davis e Ryuich Sakamoto, e la cruda pellicola Cosa fare quando il mondo è in fiamme?, mentre i dibattiti saranno condotti su temi scottanti, quali il populismo, e vedranno la partecipazione di alcuni degli artisti che si esibiranno nella stessa giornata.
Il Locus supporta le realtà locali, organizzando dal 7 all’11 agosto il Locus Market, un mercatino di artigianato creativo, design, dischi e abbigliamento vintage, confermandosi un evento attento alla dimensione del territorio.

Di seguito, il link al programma completo del Locus Festival 2019 e la playlist Spotify ufficiale dell’evento, per prepararsi adeguatamente ad uno dei festival più interessanti d’Italia.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.