Rammstein: il frontman accusato di aggressione

Rammstein

Till Lindemann, leader e cantante dei Rammstein, avrebbe compiuto un’aggressione, dopo il concerto della band a Monaco, lo scorso 8 giugno.

Till Lindemann , racconta Deutsche Welle, si trovava nella hall del lussuoso albergo Bayerischer Hof insieme alla fidanzata Lana. Lì, un 54enne di Amburgo avrebbe insultato la donna dandole della prostituta “Pagherei il doppio per te!”. Dopo aver chiesto all’uomo di scusarsi, senza alcun risultato, il cantante dei Rammstein avrebbe replicato con una gomitata sul naso per allontanarlo.

Rammstein

L’ex-fidanzata di Lindemann, Sophia Thomalla, ha successivamente dichiarato in sua difesa: “Till è la persona più gentile che io conosca. Non ho idea di cosa sia successo per farlo arrabbiare. Ma se ha perso la testa la sua reazione era giustificata”.

Il frontman dei Rammstein è attualmente sotto inchiesta. La band ha dichiarato che il loro ultimo tour durerà addirittura 3 anni. Speriamo che questo episodio non comprometta la trionfale chiusura di una lunga carriera all’insegna di grandi successi. Intanto resteremo in attesa di nuovi risvolti e aggiornamenti.

Potrebbe interessarti anche:

Rammstein versione trap? L’ultimo singolo di Till Lindemann

Deutschland – Il ritorno dei Rammstein

In Friuli musica metal per spaventare i cinghiali

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook, La Scimmia sente, la Scimmia fa.