Rammstein: concerto aperto con bandiera LGBT

La band tedesca ha esordito a Chorzów sventolando la bandiera simbolo della comunità LGBT

Rammstein
Rammstein

I Rammstein sono entrati in scena a bordo di due gommoni sventolando la bandiera arcobaleno

Nell’apertura del loro concerto dello scorso 24 luglio a Chorzów, i Rammstein hanno fatto nuovamente parlare di sé con una mossa inaspettata.
La band di Till Lindemann, infatti, è arrivata sul palco polacco a bordo di due gommoni, simbolo degli ultimi fenomeni di migrazione, sventolando due bandiere arcobaleno, marchio della comunità LGBT.

Rammstein
I Rammstein che sventolano le bandiere sui due gommoni

Tomasz Kołodziejczyk, rappresentante dell’associazione LGBT locale “Stowarzyszenie Tęczówka“, che ha prestato le bandiere al gruppo, ha affermato che l’idea è stata totalmente loro.
Ultimamente i Rammstein stanno generando non poco scalpore con le proprie scelte; questa volta hanno scelto di supportare lesbiche, gay, bisessuali e transgender, probabilmente in segno di protesta contro i fatti avvenuti durante il primo Pride LGBT di Biaĺystok, lo scorso 20 luglio.

“Parità di diritti per tutti” scrive il batterista Christoph Schneider sotto la foto pubblicata sul suo account Instagram.

View this post on Instagram

Equal rights for all #rammstein #lgbtqpoland

A post shared by Schneider (@christophschneider_official) on

Dopo questo interessante mossa non ci resta che attendere di vedere la band tedesca sul suolo italiano, allo Stadio Olimpico di Torino il 13 luglio 2020.

Leggi anche:

Rammstein: ufficiale Torino 2020, info e biglietti

Deutschland – Il ritorno dei Rammstein

L’ultimo singolo di Till Lindemann

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.