Avengers: Endgame, i Russo fanno chiarezza sulle scelte di Thor

Thor il Dio del Tuono

Avengers: Endgame, la situazione tragicomica di Thor, l’influenza di Taika Waititi e altre scelte sul Dio del Tuono, spiegate dai Russo

Attenzione, l’articolo contiene grossi spoiler su Avengers: Endgame – Continuate a leggere solo se avete visto il film

Thor in Avengers: Endgame

Leggi anche: Avengers: Endgame, i Russo fanno chiarezza sulle scelte di Cap

Thor (interpretato da Chris Hemsworth) è uno dei personaggi che è cambiato di più nell’arco del Marvel Cinematic Universe, dopo Thor: The Dark World del 2013, il personaggio è passato dalle mani del regista Taika Waititi e ha cambiato pelle. Ha abbracciato di più l’humor ma è anche entrato in un equilibrio comico/drammatico di alto livello. La sua storia, infatti, è una delle più drammatiche tra gli Avengers, Thor ha perso tutto, persino la sua casa.

Leggi anche: Avengers: Endgame, i Russo fanno chiarezza sulle scelte di Iron Man

Joe Russo, co-regista del film, ha spiegato che l’influenza di Taika Waititi e la sua impronta sul personaggio sono stati discussi già per Avengers: Infinity War, poiché i Russo avevano la loro versione di Thor. Quindi, dopo il lavoro di Waititi di Thor: Ragnarok che si collega direttamente ad Avengers: Infinity War, i Russo hanno unito le due versioni del personaggio e creato quello che avete visto negli ultimi due film dei Vendicatori. Russo dice che hanno inserito quel tipo di humor nel contesto psicologico drammatico reale di Thor. Quest’ultimo, come avete visto, ha influenzato l’humor di Thor facendolo scherzare per non raggiungere un livello di disperazione tale da portarlo alla depressione assoluta.

Leggi anche: Avengers: Endgame: La situazione di Vedova Nera spiegata dai Russo

Sul nuovo look – soprannominato da Tony Stark “Lebowski” – i Russo dicono che Thor è quello che è stato più colpito dalla sconfitta inflitta da Thanos a livello personale, è stato lui che sentiva la responsabilità di fermare Thanos più di tutti perché aveva già subito l’attacco sulla sua nave, asgardiani erano già morti e soprattutto suo fratello e il suo migliore amico erano stati assassinati da Thanos. Il non aver ucciso Thanos – non mirando alla testa – è stato un fallimento che avrebbe potuto porre fine alla sua vita. Così si è lasciato andare abbandonandosi all’alcool.

Leggi anche: Gli effetti di Avengers: Endgame su Spider-Man: Far From Home

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su Lasciammiapensa.com