Linkin Park, Mike Shinoda apre al ritorno della band con un nuovo cantante

Linkin Park
Linkin Park

Il futuro del gruppo non è ancora segnato, nonostante il prematuro addio di Bennington.

Dopo la scomparsa del cantante Chester Bennington, tragicamente suicidatosi a soli 41 anni, i Linkin Park hanno deciso di fermarsi per un tempo non precisato, e già si vociferava del definitivo scioglimento della band.

Di recente, però, la seconda voce della band, Mike Shinoda, ha aperto alla possibilità di tornare a fare musica con i Linkin Park e un nuovo cantante, durante un’intervista all’emittente radio tedesca Rock Antenne (qui il link al podcast):

“Non è il mio ultimo fine quello di cercare un nuovo cantante. Se succedesse, dovrebbe accadere in modo naturale. Se incontrassimo qualcuno che reputiamo un’ottima persona e in linea con lo stile, allora potrei considerare di fare qualcosa ma non vorrei mai sentirmi come se stessi rimpiazzando Chester“.

Mike Shinoda intervistato da Rock Antenne durante un episodio del podcast Whole Lotta Talk, 24 gennaio 2019

Shinoda ha presentato poco meno di un anno fa il suo album solista, Post-Traumatic, di cui potete leggere la nostra recensione qui; un disco urgente e liberatorio, con il quale ha esorcizzato il dolore per la perdita dell’amico e collega Chester. Ora però sembra intenzionato, nel caso dovessero presentarsi le condizioni favorevoli, a ritornare con i Linkin Park, proprio per omaggiare Chester, che non avrebbe voluto vedere la sua band finire così.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale La Scimmia sente, la Scimmia fa