Maynard James Keenan accusato di aver stuprato una minorenne

Maynard James Keenan
Condividi l'articolo

Il cantante statunitense, cofondatore e frontman dei Tool, A Perfect Circle e Puscifer, è stato accusato di stupro.

L’accusa nei confronti di Maynard James Keenan è stata mossa tramite un account anonimo su Twitter, appositamente creato per raccontare i dettagli del – presunto – stupro. Dietro tale account sembra nascondersi una donna trentacinquenne che, all’epoca  dell’avvenimento, aveva 17 anni, mentre Keenan ne aveva 36; proprio per questo l’account è stato creato sotto il nome di Iwas17HeWas36.

Gli eventi narrati sembrano risalire, quindi, al 2000, quando gli A Perfect Circle erano in tour con i Nine Inch Nails.

La ragazza ignota ha denunciato gli eventi scrivendo 18 tweet, descrivendo dettagliatamente quanto avvenuto. In primis spiega di aver optato per l’anonimato in quanto aveva già provato a denunciare Maynard James Keenan, ma presa dalla paura e non potendo nominare direttamente il cantante, ha cancellato tutti i suoi tweet. L’allora diciassettenne racconta di essersi recata al concerto con il suo ragazzo delle scuole superiori e che, dopo questa denuncia, lascerà la città nel tentativo di proteggersi.

LEGGI ANCHE:  Tool: tanto materiale dopo Fear Inoculum per un nuovo album

Maynard James Keenan

«Eravamo in prima fila e il mio ragazzo mi abbracciava. La band ha iniziato. Maynard mi ha notato tra la folla» prosegue, aggiungendo che non è importante come fosse vestita, ma descrivendo comunque il suo abbigliamento, tipico dei concerti rock: canottiera dei NIN, pantaloni larghi e stivali bassi.

Il racconto scende via via nei particolari, descrivendo le dinamiche meccanicamente, in modo asettico.

«Se suona clinico è perché è passato molto tempo e ho cercato di respingere ogni tipo di paura o di vergogna che viene con uno stupro» spiega la ragazza.
Gli ultimi tweet spiegano la motivazione per la quale l’autrice ha deciso di raccontare l’accaduto dopo 18 anni; quando lei frequentava le scuole superiori, nel 2000, non si parlava molto di stupri e di rapporti consensuali e non. Dichiarando, inoltre, di come l’avvento di campagne e di organizzazioni contro le violenze sessuali, quali #MeToo e #TimesUp, abbiano aperto gli occhi alle persone. Lei compresa.

In un momento storico in cui vengono mosse molte accuse di violenze sessuali contro personaggi dello spettacolo, anche Maynard James Keenan è chiamato in causa. Dal cantante americano non è ancora stata lasciata alcuna dichiarazione.

LEGGI ANCHE:  Tool: incredibili al Firenze Rocks

Continuate a seguirci su La Scimmia sente, la Scimmia fa!