Street Fighter: in arrivo una serie tv ispirata al videogioco

Il famoso videogioco della Capcom diventerà una serie televisiva prodotta da Mark Gordon.

Street Fighter, il famoso videogioco arcade degli anni ’80, diventerà una serie tv.

Mark Gordon si occuperà della produzione e dello sviluppo del progetto per conto della Entertainment One. Verrà distribuita da eOne e tra i produttori esecutivi ci sono Joey Ansah, Jaqueline Quella e Mark Wooding. Peraltro già creatori della web series, Street Fighter: Assassin’s Fist.

Street Fighter

Punto di partenza narrativo sarà il secondo capitolo della saga, The World Warrior. Racconterà la storia di Chun-Li, Ryu, Ken e Guile che cercheranno di sconfiggere M.Bison, criminale a capo dell’ organizzazione Shadaloo. Di conseguenza i quattro si troveranno a partecipare al World Warrior Tournament, dove si sfideranno con i migliori combattenti del mondo.

Mark Gordon, capo di eOne, ha commentato con entusiasmo il progetto:

Street Fighter è un franchise globale che ha avuto un successo commerciale incredibile e ha costruito nel tempo, un fandom leale e devoto e che è cresciuto con il marchio negli ultimi 30 anni. La grande forza di Street Fighter risiede nell’ internazionalità dei suoi personaggi e dal carisma dei personaggi femminili. Questo ci permetterà di creare un universo narrativo coinvolgente e inclusivo.”

Street Fighter

Il franchise di proprietà della Capcom, dal 1987, ha venduto 40 milioni di copie in tutto il mondo e ha visto già due trasposizioni cinematografiche e una serie animata.