Nolan ricorda Heath Ledger nel suo ruolo di Joker

L'eredità che ha lasciato Heath Ledger è indiscutibile. Stimato e apprezzato da tutti quanti, soprattutto nel ruolo di Joker de Il Cavaliere Oscuro di Nolan

Cristopher Nolan ricorda Heath Ledger

“Sono molto orgoglioso di essere stato in qualche modo coinvolto con questo grande artista, questa eredità”

Cristopher Nolan vuole ricordare così il poliedrico Heath Ledger, a 10 anni dalla sua morte. La collaborazione per la realizzazione de Il Cavaliere Oscuro, la trilogia che ridiede nuovo smalto alla figura di Batman.

I media, nel lontano 2008, additarono il film di Nolan come “film maledetto“. Due gli episodi importanti: la morte di un membro del team tecnico e la morte di Heath Ledger, il Joker che valse all’attore il premio Oscar postumo.

Per calarsi nell’interpretazione del Joker l’attore si isolò per sei settimane all’interno di una camera d’albergo, cercando di trovare una tonalità giusta di voce, un timbro consono ed un movimento che riuscisse a tracciare l’ambiente in cui il personaggio si muoveva.

Nolan ricorda Heath Ledger

Nolan ricorda che ciò che abbiamo visto al cinema è il risultato finale, scaturito da una serie di lunghe prove e sessioni. Lo stesso Ledger si consultava con lui ogni volta, come se Nolan fosse il pubblico e dovesse giudicarlo. La figura di Joker è uscita piano piano, step by step. Tutti sul set non sapevano cosa aspettarsi.

“Gradualmente mi rivelava la voce e il modo in cui avrebbe fatto le cose, ma non in una volta, non ‘qui è il Joker’ “

Continua Nolan:

L’abbiamo guardato svilupparsi con il costume, il trucco e tutto il resto, ho avuto modo di far parte di quel processo creativo che è stato molto divertente, ma sul set c’erano sempre momenti come il fatto di applaudire o cose che faceva con la sua voce La sua voce era sempre così imprevedibile.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Heath Ledger è diventato a tutti gli effetti un simbolo del cinema, qualcosa che tutti ricorderanno per sempre e, dice il regista:

“Era una persona straordinaria, un attore straordinario e per lui essere riconosciuto in quel modo penso che fosse molto significativo per la sua famiglia e significativo per la storia del cinema.”