Il Cavaliere Oscuro, Eric Roberts ricorda Heath Ledger

Ospite del podcast Still Here Hollywood, Eric Roberts ha ricordato il lavoro svolto con Heath Ledger sul set de Il Cavaliere Oscuro

eric roberts, heath ledger, il cavaliere oscuro
Condividi l'articolo

Il racconto di Eric Roberts, Sal Maroni de Il Cavaliere Oscuro

Seguiteci sempre anche su LaScimmiaPensa e iscrivetevi al nostro canale WhatsApp!

Che la performance di Heath Ledger nei panni del Joker in Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan sia stata assolutamente incredibile non è certamente una novità. Tuttavia ancora oggi è possibile trovare retroscena riguardanti quella prova attoriale che ci fanno capire l’immensità dell’attore che abbiamo tragicamente perso il 22 gennaio 2008.

Ultimo a renderne conto è stato Eric Roberts che ha interpretato Sal Maroni nel film e che ha ricordato i momenti vissuti sul set con Ledger. L’attore ha infatti ricordato di essere avvertito di stare lontano da Ledger quando l’attore era nel personaggio. Tuttavi quando se lo trovò davanti agl’occhi, si è reso conto che gli avvertimenti erano del tutto infondati poiché Ledger era una “persona adorabile” con cui lavorare.

Che persona adorabile era – ha detto Roberts al podcast Still Here Hollywood. Mi era stato detto: “Stai lontano da Heath… è preso dal personaggio, oh mio Dio, è andato di testa”. Non è stato affatto così. Stava benissimo

L’attore ha poi ricordato di un giorno quando erano tutti alle prove de Il Cavaliere Oscuro e Ledger doveva fare un monologo di tre pagine e di come entrò nel personaggio e centrò la parte. Roberts ha aggiunto che dopo che Ledger aveva finito il suo monologo, si è rivolto ai suoi colleghi per un’umile conferma.

LEGGI ANCHE:  Oscar 2017: i migliori attori non protagonisti vincitori di un premio Oscar

Si gira verso di noi e dice “Come sono andato?”

Indipendentemente da ciò che a Roberts era stato detto in anticipo, non gli ci volle molto per rendersi conto che Ledger era in realtà piuttosto “dolce” e “normale”.

Era davvero affascinante, simpatico, dolce, normale. Tutte le cose che avevo sentito su di lui non erano vere ed era una persona adorabile. È stata una vera perdita

Che ne pensate?