I Dossier della Scimmia: William Wallace

0
1474

Nome: William Wallace

Film: Braveheart – Cuore Impavido

Residenza: Lanark (Scozia)

Professione: Condottiero truppa scozzese

Frasi Celebri: “Every man dies. Not every man really lives”.

 

William Wallace (realmente esistito) è il condottiero e patriota scozzese protagonista di Braveheart – Cuore impavido, un film colossal del 1995 diretto e interpretato da Mel Gibson, che torna dietro la macchina da presa dopo “L’uomo senza volto” del 1993. Secondo alcuni il film ha svolto un ruolo chiave nel risveglio della coscienza nazionale scozzese, che ha portato al referendum sulla devoluzione dell’11 settembre 1997 (74,3% sì) e alla conseguente ricostituzione del parlamento scozzese, nel 1998.

Nella seconda metà del XIII secolo, la Scozia rimane senza eredi al trono e di conseguenza, il re d’Inghilterra Edoardo I Plantageneto, mette in atto un piano per estendere i propri domini. Fa uccidere in un’imboscata la maggior parte dei nobili scozzesi pretendenti al trono e scatena gli eserciti contro le popolazioni dei villaggi rurali. Rimasto orfano a causa di queste rappresaglie, il giovane William Wallace viene messo sotto la tutela dello zio Argyle. Un uomo di studi che gli fa conoscere l’Europa, le lingue straniere e le basi del combattimento con la spada.

Vent’anni dopo, William fa ritorno al proprio villaggio ritrovando gli amici d’infanzia e la bella Murron; donna che ama e con la quale vorrebbe metter su una famiglia tutta sua. Ormai è cresciuto, è diventato un uomo carismatico e ricco di ferrei ideali, straordinariamente bravo nei combattimenti corpo a corpo e abile nel pianificare le strategie di battaglia.

Il tentato stupro e la successiva uccisione di Murron da parte delle truppe inglesi sono la goccia che fa traboccare il vaso. Da quel momento ha inizio la vendetta di William Wallace, il cui coraggio darà vita alla ribellione e alla rinascita dell’intero popolo di Scozia. L’esercito inglese è superiore in numero e armi, ma gli scozzesi possono contare su un senso di appartenenza senza eguali e su un leader carismatico come William Wallace. Un condottiero pronto a dare l’anima insieme ai suoi fratelli, in nome della libertà.

Mel Gibson doveva essere solo il regista di questo film. Infatti, durante il casting, nessuno degli aspiranti interpreti per la parte di William Wallace convinse Gibson e la produzione; così, l’attore americano decise di interpretare lui stesso il condottiero nonostante fosse poco convinto (fornendo nonostante ciò, una buonissima performance). Questo anche perché all’epoca delle riprese aveva 38 anni, mentre il vero William Wallace durante gli anni di rivolta non aveva ancora compiuto i 30 anni.

Braveheart – Cuore impavido rimane, nonostante qualche inesattezza storica, uno dei più famosi e costosi colossal degli anni 90’. Aggiudicandosi non solo un posto nel cuore degli scozzesi ma ben 5 statuette su 10 nominations agli Academy Awards del 1996; due delle quali andarono proprio a Mel Gibson (Miglior film e Miglior regia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here