Braveheart, Mel Gibson: “Nessuno si fidava delle mie capacità di regista”

Durante un'intervista con The Ingraham Angle, Mel Gibson ha parlato di come nessuno si fidasse di lui come regista ai tempi di Braveheart

Condividi l'articolo

Mel Gibson, in occasione del 25° anniversario di Braveheart, ha rilasciato un’intervista a The Ingraham Angle parlando delle difficoltò che quel film ha avuto nella sua produzione. Quello infatti, ricorda Gibson, fu il suo secondo film alla regia e nessuno si fidava delle sue capacità tanto da costringerlo a interpretare il celeberrimo William Wallace lui stesso.

Stavo cercando altre persone per interpretare Wallace ma nessuno si fidava di me come regista, quindi sono dovuto intervenire io stesso – ha detto l’attore. Sono arrivato al punto in cui semplicemente dovevo farlo io stesso e Paramount e Fox, che stavano finanziando il film, hanno detto “beh, questo ha senso. Vogliamo che tu sia il protagonista”

Proseguendo con l’intervista l’attore che grazie a Braveheart vinse addirittura due premi Oscar, ha parlato anche del suo ultimo film, Fatman, nel quale interpreta un uomo vestito da Babbo Natale oramai stanco della sua vita.

Il protagonista ha rivelato l’umanità di chi potrebbe essere Babbo Natale – spiega Gibson. Era solo un ragazzo normale che ha perso la sua fede nell’umanità, e ed è diventato sempre più cinico e depresso.- E questo lo stava trascinando giù.

In questo momento Gibson è al lavoro su La Passione di Cristo: Resurrezione, sequel dell’acclamato film del 2004 nel quale un entusiasta Jim Caviezel  tornerà a vestire i panni del figlio di Dio (qui tutti i dettagli).

LEGGI ANCHE:  Top 10 survival movies

Cosa ne pensate di Mel Gibson alla regia?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news sul mondo del Cinema, dei Videogiochi e delle Serie TV!

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.