Le migliori interpretazioni di Joaquin Phoenix

Nel giorno del suo compleanno, noi della Scimmia auguriamo, a modo nostro, un felice compleanno a Joaquin Phoenix

10. Immigrant di James Gray, 2013 (ex settimo posto)

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli
Joaquin Phoenix nei panni di Bruno Weiss

Immigrant, tradotto in italiano con un meno accattivante C’era una volta a New York, è la quarta collaborazione di Phoenix con il regista James Gray dopo The Yards (2000), I padroni della notte (2007) e Two Lovers (2008). Il film racconta la storia di una immigrata europea negli Stati Uniti d’inizio ‘900.

Bruno Weiss è probabilmente uno dei personaggi meglio scritti a cui Phoenix ha dato vita. Un ruolo cucitogli addosso in un film che ha tanti pregi -la fotografia evoca perfettamente quel tempo- ma altrettanti difetti, che vive delle interpretazioni dei suoi attori, tra cui spicca una meravigliosa Marion Cotillard.

Bruno Weiss è un protettore gentile ma altamente instabile, che dirige all’epoca del proibizionismo un locale di varietà, le cui attività vere sono la prostituzione e la vendita di alcolici. Weiss è gentile, affabile, intelligente ma anche infantile, irruento, aggressivo, violento, tutto materiale che Phoenix è riuscito ad amalgamare in un unico, meraviglioso, personaggio.

 

9. Two Lovers di James Gray, 2008 (ex sesto posto)

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli
Joaquin Phoenix e Gwyneth Paltrow

Two Lovers è un’altra dimostrazione che si può fare un film romantico senza per forza cadere in facili sentimentalismi. La seconda collaborazione di Phoenix con Gray è psicologicamente più intensa. Il personaggio di Leonard Kraditor, un brillante ragazzo affetto da bipolarismo, è reso carismatico da una solida interpretazione dell’attore, a proprio agio nei ruoli di uomini tormentati e romantici.

Insieme ad una Gwyneth Paltrow in stato di grazia, Phoenix e Gray riescono ad omaggiare elegantemente  Le Notti Bianche di Fedor Dostoevskij, racconto a cui s’ispira il film.

Il Sognatore della storia del grande scrittore russo rivive in questa struggente interpretazione.

8. Don’t Worry di Gus Van Sant, 2018

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli
Joaquin Phoenix in Don’t Worry

Saremo sinceri: ci aspettavamo che questo film portasse a Phoenix una nomination agli Oscar. Ma in fondo quanto contano i trofei?

Don’t Worry ci dona un Joaquin limitato nei movimenti, costretto su una sedia a rotelle a causa di un incidente. Ironico, arrabbiato, politicamente scorretto, la vita del vignettista satirico John Callahan è magnificamente portata su schermo. L’attore spicca per la naturalezza con cui interpreta un ruolo così difficile, sia per la limitata gestualità che per i risvolti psicologici che vanno dalla satira più brutale ad un pessimismo cosmico pervasivo passando per una “pateticità” figlia dell’infermità. Un ruolo estremamente difficile che acquista più valore grazie alla “spietata concorrenza” di uno strepitoso Jonah Hill. Recuperatelo.

7. Il Gladiatore di Ridley Scott, 2000 (ex quinto posto)

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli
Joaquin Phoenix è Commodo

C’è poco da dire su questo ruolo. L’imperatore Commodo è il personaggio che ha consacrato Joaquin Phoenix come star di Hollywood. Folle, arrogante, vigliacco, Commodo è entrato di diritto tra i cattivi più carismatici del cinema americano. L’espressione di sgomento quando scopre chi si cela sotto l’elmetto dell’Ispanico vale da sola il prezzo del biglietto.

6. Walk the Line di James Mangold, 2005 (ex quarto posto)

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli
Joaquin Phoenix è Johnny Cash

Quando l’amore brucia l’anima ha posto Phoenix dinanzi ad uno dei suoi ruoli più difficili e rischiosi. Interpretare un gigante della musica e della cultura americana come Johnny Cash avrebbe potuto innalzarlo a gloria oppure tagliare le gambe alla sua carriera.

Il risultato lo conoscete tutti: Phoenix porta sul grande schermo un incredibile Johnny Cash facendo incetta di premi e nomination. Grazie anche ad una bravissima  Reese Witherspoon (June Carter Cash) – Oscar proprio per questo film – la pellicola diventa una magnifica trasposizione di uno degli amori più passionali della storia della musica.

Una storia incredibile di un uomo ed una donna leggendari, interpretati da due talenti cristallini.

 

5. You Were Never Really Here di Lynne Ramsay, 2017 (ex posto extra)

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli

“Con You Were Never Really Here di Lynne Ramsay, presentato alla 70ª edizione del Festival di Cannes, Phoenix ha vinto uno dei  premi, fino ad ora, più importanti della sua carriera , vale a dire il Prix d’interprétation masculine, il premio che designa il miglior attore tra le pellicole presenti nella Selezione Ufficiale. Il Motivo per il quale tale pellicola non rientra nella nostra top è molto semplice: non l’ abbiamo ancora vista. Difatti, c’è un grosso mistero che ruota attorno a questo film, ovvero la sua data di uscita.

Dopo mesi di sconcerto per la mancanza di una data, Amazon avrebbe deciso di distribuirlo a febbraio 2018. Ovviamente negli Stati Uniti, in Italia non c’è ancora una data. Phoenix ‘interpreta un veterano di guerra che cerca di salvare alcune donne costrette a prostituirsi, ma dovrà fare i conti con la spirale di violenza dei trafficanti del sesso’. La premessa è interessante, ma è l’assegnazione del premio a farci drizzare le orecchie, che Phoenix sia riuscito a sorprende ancora una volta? Molto probabile.” (trafiletto precedente all’uscita del film in Italia)

Il film è poi arrivato nel nostro paese a maggio 2018 e confermiamo quello che sospettavamo due anni fa: ruolo intenso, violento che merita totalmente il premio della rassegna francese. Nonché tra i migliori ruoli “maturi” dell’attore.

 

4. Her di Spike Jonze, 2013 (ex terzo posto)

joaquin phoenix migliori interpretazioni ruoli
Joaquin Phoenix in Her

Lei di Spike Jonze (Il ladro di orchidee) non è stato e non è un semplice film, fin dall’uscita è diventato un fenomeno mediatico senza precedenti. Ciò perché Her più che un film appare come una minaccia, o meglio, come una visione sibillina del futuro dell’umanità.

Ci si trova a disagio a seguire Theodore Twombly (Joaquin Phoenix) nel suo amore virtuale. Ci si ritrova sperduti dinanzi alla difficoltà del protagonista nel costruire relazioni vere con sentimenti che non siano edulcorati dalla proiezione interiore di quello che vorremmo fosse l’amore.

Joaquin Phoenix in Her prende un pezzetto di ognuno di noi e costruisce un personaggio trasversale, capace di toccare le corde emotive di una vasta fetta di pubblico.  In un singolo personaggio vive l’intera umanità, nessuno è lasciato indietro e tutti devono fare i conti con un futuro che appare sempre più vicino. Her più che un film è il manifesto di una società che si avvicina sempre più minacciosamente.