Peaky Blinders, Cillian Murphy pronto a tornare

Ospite dello show Desert Island Discs di BBC Radio 4, Cillian Muprhy ha parlato del prossimo film di Peaky Blinders

Cillian Murphy in Peaky Blinders
Cillian Murphy nel ruolo di Tommy Shelby in Peaky Blinders
Condividi l'articolo

Con la sesta stagione di Peaky Blinders si è concluso uno degli show più amati al mondo. Tuttavia questo non signfica che l’Universo Narrativo di Tommy Shelby e soci è destinato a finire. Nel prossimo futuro, come sappiamo, c’è in programma un film che dovrebbe mettere la parola fine a tutte le vicende della famiglia malavitosa di Birmingham per come li abbiamo conosciuti. Recentemente il protagonista Cillian Murphy, dopo la sua nomination agli Oscar per Oppenheimer, ospite dello show Desert Island Discs di BBC Radio 4, si è detto pronto a tornare.

Se c’è ancora una storia da raccontare e se Steven Knight consegna una sceneggiatura come so che può fare, allora sarò presente. Voglio dire, se vogliamo vedere un Tommy Shelby di 50 anni, sarò presente. Facciamolo

Cillian Murphy aveva dato una risposta simile parlando con Variety qualche tempo fa dicendo:

Se ci sono altre storie da raccontare, io ci sono – ha detto Cillian Murphy. Sono davvero, davvero orgoglioso della serie. Penso che abbiamo realizzato qualcosa di molto speciale. Abbiamo realizzato 36 ore di quella che considero una TV di alta qualità. Per il film, dovrà essere speciale. Ma ci sono, amico. Se c’è una buona sceneggiatura, io ci sono.

Recentemente l’ideatore di Peaky Blinders Steven Knight ha parlato con Radio Times per dare alcuni aggiornamenti sul progetto

LEGGI ANCHE:  A Quiet Place 2, Data d'uscita italiana e trama del film con Cillian Murphy

Sto attualmente lavorando alle battute finali della sceneggiatura – ha detto Knight. Mi siedo semplicemente davanti alla tastiera e inizio a scrivere. Per me è un po’ come avere un sogno. Ti siedi lì e arrivano tutte queste cose, poi le rileggi e pensi: “È piuttosto buono, ma da dove viene?” Il piano è di iniziare a girarlo a metà del prossimo anno

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa