Nicolas Cage: “Non faccio l’attore per essere un meme”

Parlando col Guardian, Nicolas Cage ha spiegato la sua posizione in relazione ai molti meme realizzati su di lui

nicolas cage
Condividi l'articolo

Nicolas Cage è uno degli attori più longevi al mondo. Con una carriera lunga oramai da oltre 4 decenni, ha preso parte a centinaia di film. Tuttavia è indubbio che nel corso degli anni sia diventato una vera leggenda del web a causa delle proliferazione dei meme su di lui. Intervistato dal Guardian, il grande attore ha parlato della sua relazione con questa cosa.

Potrei essere stato il primo attore a subire una sorta di memeificazione – dice Nicolas Cage. Una persona ha scelto in una scena tra tutti questi diversi film in cui stavo avendo dei crolli, ma senza alcun riguardo per come il personaggio fosse arrivato a quel punto. Ero frustrato perché non sapevo cosa la gente avrebbe preso dai film oltre a quello.

Non capivo come elaborare quello che stava succedendo. Ho iniziato a recitare perché ero colpito dalla performance cinematografica più di ogni altra forma d’arte. Non sono entrato nel cinema per diventare un meme. Era una novità. Ci ho fatto amicizia, ma mi sono dovuto adattare. Ho pensato che forse avrebbero costretto le persone a tornare indietro e guardare i film. Ma non ne avevo il controllo. 

Andando avanti Nicolas Cage ha parlato della sua concezione di fama e di come i suoi problemi finanziari furono messo alla mercè di tutti:

LEGGI ANCHE:  Nicolas Cage: "Ho ricordi dell'utero materno"

Senti, non gioco d’azzardo, ma la fama è come il gioco d’azzardo – afferma Cage. Quando la fama si rivolta contro di te, gli effetti della perdita, come nel caso del gioco d’azzardo, sono più profondi degli effetti della vincita. Ci sono stati momenti in cui le cose sulle mie finanze venivano trasmesse o gli errori che avevo commesso diventavano estremamente pubblici, e io sentivo il peso di tutto questo

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa