Bugo su Morgan: “Non è un cantante, perchè lo invitano?”

Parlando con Corriere di Bergamo, Bugo è tornato ad attaccare Morgan per quanto accaduto al Festival della bellezza

bugo morgan
Condividi l'articolo

Sono passati oramai tre anni dall’edizione 2020 del Festival di Sanremo nella quale ci fu l’oramai celeberrimo litigio tra Bugo Morgan sul palco dell’Ariston. Tuttavia, sebbene sia passato molto tempo, non sembra che la questione sia risolta. Parlando con Corriere di Bergamo, il cantautore, all’anagrafe Cristian Bugatti, ha parlato di quanto accaduto qualche settimana fa al Festival della bellezza andato in scena al Parco archeologico di Selinunte quando Morgan aveva inveito contro il pubblico lasciandosi andare anche agli insulti (qui il video). Come prevedibile, Bugo, non ha avuto parole leggere nei confronti dell’ex compagno di palco.

Quello lì a me non stupisce, basta vedere come si è comportato nei miei confronti. Si commenta da solo. Se uno grida “froci di m***a” dal palco è perché lo pensa. È inutile chiedere scusa dopo. Bisogna chiedere ai promoter perché invitano uno che non fa dischi da una vita, dunque non esiste discograficamente, e al pubblico perché è convinto di passare una bella serata andando a sentirlo. Non è un cantante, ma un personaggio, come Malgioglio. E non è un divulgatore. Le sue sono solo fandonie buttate lì.

C’è chi dice che, grazie a Morgan, sono diventato famoso. Ma vai a fare lo stesso giochetto a Vasco, Tenco o Paoli… Cambiare il testo della tua canzone è molto peggio di un insulto – aggiunge Bugo quando gli fanno notare che non è stato insultato da Morgan a differenza di quanto accaduto a Selinunte

In ogni caso Morgan aveva risposto scusandosi su Instagram poco dopo il fattaccio.

LEGGI ANCHE:  Morgan fuori da Sanremo: "Non mi offendo, ma non prendete Bugo"

Tutti possiamo sbagliare e io ho sbagliato a usare una infelice espressione che a me per primo non piace, non vado fiero di averla usata e, se potete, accettate le mie scuse. Non sono omofono e condanno chi non ha rispetto per gli altri, al di là delle categorie a cui ci sentiamo di appartenere, è all’essere umano che si deve rispetto e, quindi, la mia reazione di ieri sera è stata ingiustificabile, una pessima caduta di cui mi scuso sinceramente e, se pur nel modo sbagliato, è stata provocata dall’essermi sentito ferito nell’anima perché avevo appena dato tutto me stesso in una canzone improvvisata in quel luogo meraviglioso e commovente. L’avermi chiesto una cover di Battiato come fossi un jukebox, dopo una delle più ispirate performance della mia vita, mi ha letteralmente ucciso. Resta il fatto che nulla giustifica le cose che ho detto

Che ne pensate di queste parole di Bugo?

Seguiteci su LaScimmiaPensa

LEGGI ANCHE:  Bugo spiega perché ha "portato Morgan in tribunale"