Constantine 2, Rachel Weisz parla del suo possibile ritorno

Intervistata da Comicbook, Rachel Weisz ha parlato del suo possibile ritorno in Constantine 2

costantine
Condividi l'articolo

Qualche mese fa, a sorpresa, è stato annunciata ufficialmente la produzione di Constantine 2, sequel del film del 2005 di Francis Lawrence con protagonista Keanu Reeves.  Uno dei ruoli più importanti è stato interpretato da Rachel Weisz che in una recente intervista con Comicbook ha parlato del suo possinbile ritorno nel prossimo film.

Nessuno mi ha detto niente. Quelle gemelle in Costantine, non sono mai apparse sullo schermo allo stesso tempo. Una si era suicidata prima dell’inizio della storia, quindi abbiamo avuto sua sorella, credo, che sognava, forse, della sua sorella morta. Ma no, non ne ho sentito parlare.

Recentemente il regista ha parlato con The Wrap di questo nuovo progetto, spiegando che cercherà questa volta di creare un vero film vietato ai minori.

Una delle cose più importanti per me del primo film è stata che abbiamo seguito, secondo la volontà di Warner Bros., le regole per realizzare un film PG-13 in termini di violenza, sangue, linguaggio, sessualità – aveva detto Lawrence. Ma il comitato di valutazione ci ha dato una dura valutazione Rated R in base alla loro… zona grigia di intensità. E il mio grande, grande rimpianto è stato che abbiamo un film con classificazione R che è in realtà un film PG-13.  Se avessi saputo che avremmo preso una R, avrei davvero fatto un film vietato ai minori. Lo avrei reso molto più spaventoso e molto più violento

L’idea questa volta, almeno per me, è quella di provarci sul serio e realizzare un Constantine vietato ai minori, che credo sia ciò che la gente ha sempre voluto, e non la versione PG-13. Penso che John Constantine sia un personaggio divertente e in un certo modo dotato di una comicità oscura e vorrei sicuramente aggiungere più di quel sarcastico, cinico senso dell’umorismo alla storia

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Constantine: una serie reboot in arrivo su HBO Max

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa