House of the Dragon: muore personaggio LGBTQIA+, è polemica

Una traumatica morte di un personaggio LGBTQIA+ nell'ultimo episodio di House of the Dragon ha scatenato l'ira dei fan sul web

House of the Dragon
Condividi l'articolo

Attenzione: Articolo contiene Spoiler di House of the Dragon

L’ultimo episodio di House of the Dragon, serie spin-off di Game of Thrones, ha visto l’introduzione della prima coppia queer dello show, quella composta da Laenor Velaryon e Ser Joffrey Lonmouth. Tuttavia il finale violento della loro vicenda amorosa ha scatenato l’ira dei fan sul web. Mandiamo con ordine

Nell’episodio vediamo Laenor allinearsi politicamente con la principessa Rhaenyra sposandosi ma di continuare comunque qualsiasi relazione al di fuori del matrimonio. Tuttaiva, sebbene sembrasse che tutto andasse per Laenor e Joffrey, al matrimonio tutti è caduto in pezzi. vediamo infatti Joffrey rivelare al suo compagno cavaliere, ser Criston Cole, di sapere sapeva della sua relazione con Rhaenyra. Da quel momento il matrimonio è caduto nel caos e Criston ha brutalmente picchiato a morte Joffrey. Quando le cose si sono calmate, gli spettatori sono rimasti con l’immagine inquietante di Laenor che piangeva sul corpo del suo amante.

LEGGI ANCHE:  House of the Dragon: i draghi dei Targaryen potrebbero volare nella realtà? Risponde la scienza

I fan hanno criticato House of the Dragon per la tragica fine della storia d’amore, soprattutto perché all’inizio dell’episodio le cose erano state gestite in modo molto positivo. 

Non pensavi davver che avresti avuto una trama gay meno che orribile in questo show -scrive uno di loro

Come sottolineato dai fan, questa non è la prima volta che l’universo di Game of Thrones uccide personaggi gay. Durante le prime stagioni della serie madre infattiRenly Baratheon, fratello minore di Re Robert, era invischiato in una relazione con il cavaliere Loras Tyrell. Proprio come il povero Joffrey, Renly ha incontrato una fine terribile dopo essere stato ucciso da un mostro ombra. Loras è stato successivamente imprigionato e costretto a confessare la sua sessualità e poi, poco dopo, fatto a pezzi.

LEGGI ANCHE:  House of the Dragon: Milly Alcock non regge la pressione

Che ne pensate?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.