Day Shift: Recensione del film con Jamie Foxx e Snoop Dogg

Su Netflix è arrivato Day Shift, divertentissimo action comedy con Jamie Foxx e Snoop Dogg a caccia di vampiri

day shift
Condividi l'articolo

Su Netflix è appena arrivato Day Shift, nuovo film di J.J. Perry, al suo debutto alla regia, con protagonisti Jamie Foxx, Dave Franco e un esilarante Snoop Dogg. In questa avventura comica dalle tinte action/horror Los Angeles è invasa dai vampiri e un’organizzazione, chiamata l’Unione, deve occuparsi di ucciderli prima che questi possano effettivamente conquistare il mondo trasformando tutti i civili presenti. Esatto, non è un soggetto per nulla originale e anche le soluzioni scelte sanno molto di già visto. Tuttavia il film è girato davvero con gusto, con ottime scene d’azione e con un atmosfera sempre leggera che non lascia mai spazio a inutili momenti introspettivi o drammatici divertendo per tutta la sua durata. Ma andiamo con ordine.

Day Shift: il Trailer

Day Shift: il Cast

  • Jamie Foxx nel ruolo di Bud Jablonski
  • Dave Franco nel ruolo di Seth
  • Snoop Dogg nel ruolo di Big John Elliott
  • Natasha Liu Bordizzo nel ruolo di Heather
  • Meagan Good come Jocelyn Jablonski
  • Karla Souza nel ruolo di Audrey San Fernando
  • Steve Howey nel ruolo di Mike Nazirian
  • Scott Adkins nel ruolo di Diran Nazirian
  • Oliver Masucci nel ruolo di Klaus
  • Eric Lange nel ruolo di Ralph Seeger
  • Peter Stormare come Troy
  • Zion Broadnax nel ruolo di Paige

Day Shift: la Trama

Bud è un padre operaio che lavora sodo e che vuole solo dare una bella vita a sua figlia. Tuttavia il suo banale impiego nella pulizia delle piscine è una copertura per la sua vera fonte di reddito, ovvero sia la caccia e l’uccisione dei vampiri. Quando però le difficoltà economiche e la vendetta di una vampira alla quale Bud ha ucciso una persona molto cara verranno a chiedere il conto, il nostro eroe dovrà fare affidamento sull’imbranato Seth, semplice contabile dell’Uniione ammazza vampiri che il capo ha messo alle costole di Bud per punire il primo passo falso commesso e licenziarlo e sul leggendario Big J, il più grande sterminatore di creature della notte della Città degli Angeli. Il divertimento, con questo improbabile terzetto, è davvero assicurato.

Recensione senza Spoiler

Per parlare di Day Shift bisogna iniziare da una premessa fondamentale: il film ha il grandissimo merito di prendere a piene mani da decine di altre opere simili ma riuscire comunque ad avere una propria identità. Se state dunque cercando una trama brillante e originale fatta di colpi di scena e brillanti trovate di sceneggiatura, siete nel posto sbagliato. Tuttavia questa banalità della trama rende sicuramente più godibile tutto quello che vediamo a schermo: seguendo una storia che scorre liscia fino all’inevitabile finale l’attenzione dello spettatore è tutta concentrata sull’azione, vero fulcro di tutta la pellicola e indubbio punto di forza dell’intero film.

LEGGI ANCHE:  Eminem: parte il dissing con Snoop Dogg?

J.J. Perry infatti, sebbene sia alla sua opera prima, mostra un deciso talento per i momenti concitati e le zuffe. La messa in scena delle molte collutazione che vedono il nostro Bud alle prese con i vampiri sono sempre chiare e cristalline. La camera, senza troppi virtuosisimi di sorta, segue l’azione e la rende assolutamente comprensibile a chiunque. Anche in scene, come quella dell’alveare, nella quale di creature della notte da uccidere ce ne sono davvero tanto, il filo non viene mai perso e dunque lo spettatore si trova ad essere soddisfatto di quanto visto ad ogni frame. Quando anche ci vengono mostrate battaglie che si svolgono su più scenari in contemporanea, i colpi, coreografati in modo davvero eccellente, sono sempre nitidi e non succede mai di chiedersi chi abbia ucciso chi.

Anche il lungo inseguimento in auto di circa metà film non è assolutamente da meno. In quel caso i movimenti di macchina più complessi e le varie inquadrature alternate tra campi larghi e primi piani riescono a rendere adrenalinico anche un momento nel quale, causa la presenza della figlia di Bud, sappiamo che nulla potrà succedere al nostro eroe. Tuttavia il buon lavoro di regia e di stunt riesce a rendere accattivante anche questo momento che di norma avrebbe un pathos ridotto all’osso.

Davvero buono e propedeutico all’azione il lavoro di make up fatto sui vari vampiri visti nel film. Si tratta di un lavoro abbastanza basilare ma comunque ben fatto che mai esagera mostrando creature eccessive o ridicole. Sebbene infatti in Day Shift ci venga spiegato che all’interno della società vampira esistono delle gerarchie, queste non vengono mai rappresentate visivamente, ma ci vengono solo spiegate le caratteristiche che i cosiddetti “Super Vampiri”, potentissime creature a capo della catena alimentare possiedono, senza mai scadere in becere trasformazioni di sorta.

LEGGI ANCHE:  Jamie Foxx contro Kanye West: "Non abbiamo tempo per queste stron*ate"

Non altrettanto buoni gli effetti visivi. Perry è stato decisamente bravo a non usarne in modo eccessivo e a limitare i danni. Tuttavia nelle occasioni nella quale la CGI viene utilizzata in modo massiccio, l’effetto è posticcio e davvero poco realistico. In ogni caso la parsimonia con la quale il regista ha messo di metterla in scena la rende sopportabile.

Rimarchevole infine la prova attoriale di tutti i presenti. Jamie Foxx è perfettamente calato nella parte del padre premuroso che ammazza vampiri per sfamare la sua famiglia. Tuttavia il vero punto di forza risiede in tutti i comprimari. Dave Franco nel ruolo della classica spalla comica imbranata ma destinata a salvare la situazione è esilarante e i battibecchi con il protagonista fatti di botta e risposta rapidi e taglienti, quasi in una sorta di versione buddy movie del Training Day di Antoine Fuqua sono tra i momenti più divertenti del film. Il tutto condito da un’ottima chimica tra i due attori. Anche il villain di Karla Souza, il solito folle Peter Stormere e la vampira di Natasha Liu Bordizzo, sebbene molto esagerati e sopra le righe, riescono decisamente a tenere livello dei protagonisti.

Tuttavia la palma del migliore va sicuramente a Snoop Dogg. Il rapper compare in solo due sequenze eppure riesce a dominare la scena grazie ad una sentita interpretazione del grande cacciatore Big J. Divertentissimo, perfettamente calato nella parte ed evidentemente molto contento nel fare questo Day Shift. In piccoli ruoli del genere il caro Snoop riesce davvero a dire la sua, come sempre.

Per concludere. Questo film non brilla per originalità e di sicuro non vi terrà sulle spine nell’attesa finale. Tuttavia le trovate comiche sono riuscite, l’azione di ottimo livello e gli attori, tutti perfettamente calati nelle loro parti, fanno un lavoro eccelso intrattenendo e mai annoiando lo spettatore. Davvero consigliato per uan serata di svago e divertimento. Fidatevi.

Che ne pensate? Lo avete già visto?