Crimes of The Future: decine di persone scappano dalla sala inorridite

Decine di persone, secondo quanto riferito da Variety, sono fuggite dalla sala durante la proiezione di Crimes of The Future a Cannes

crimes of the future
Condividi l'articolo

Si sta tenendo in questi giorni l’edizione 2022 del Festival del Cinema di Cannes. Tra i film più attesi c’è sicuramente Crimes of The Future, opera che segna il ritorno dietro la macchina da presa di David Cronenberg (qui il trailer). Dalle notizie che arrivano dalla Francia, il nuovo lavoro del Maestro del body horror ha decisamente colpito nel segno. L’autorevole Variety infatti parla di dozzine di persone che hanno lasciato la sala inorridite a metà del film. Anche per quanto riguarda la proiezione privata riservata al solo mondo critico, la situazione non è molto migliorata. Sebbene infatti molti degli esperti siano rimasti al proprio posto, 5 di loro hanno lasciato la propria poltroncina.

Crimes of The Future ha comunque anche ricevuto una standing ovation di sette minuti, suggerendo che questo potrebbe essere il titolo più polarizzante dell’attuale edizione del Festival di Cannes.

Sono molto commosso dalla tua risposta – ha detto il regista dopo gli applausi. Spero che non stiate scherzando, spero che lo abbiate capito

La storia vede come protagonsita Viggo Mortensen che interpreta un artista che opera vari organi in un rituale pseudo-sessuale in un universo distopico. Con lui Krister Stewart nei panni invece di un impiegato del centro trapianti, che in una scena sussurra: “La chirurgia è il nuovo sesso”. Il film include una cruenta scena dell’autopsia di un bambino, inquadrature di intestini sanguinanti e personaggi che raggiungono l’orgasmo leccandosi a vicenda le ferite aperte. C’è anche una sedia a forma di spina dorsale umana oblunga che ruota.

LEGGI ANCHE:  Crimes of the Future: il trailer del ritorno di David Cronenberg [VIDEO]

Di seguito la sinossi ufficiale:

Mentre la specie umana si adatta ad un ambiente sintetico, il corpo subisce nuove trasformazioni e mutazioni. Con la sua compagna Caprice (Léa Seydoux), Saul Tenser (Viggo Mortensen), famoso artista, mostra pubblicamente la metamorfosi dei suoi organi in performance d’avanguardia. Timlin (Kristen Stewart), un investigatore del National Organ Registry, segue ossessivamente i loro movimenti, quando viene rivelato un misterioso gruppo… La loro missione – usare la notorietà di Saul per far luce sulla prossima fase dell’evoluzione umana.

Che ne pensate? Andrete a vederlo?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.