Neil Patrick Harris si scusa per l’orribile scherzo fatto dopo la morte di Amy Winehouse

Il noto attore, in una festa di Halloween, ha fatto preparare un piatto davvero macabro e irrispettoso.

Neil Patrick Harris
Condividi l'articolo

Neil Patrick Harris, attore, comico, cantante e doppiatore è un noto personaggio del mondo televisivo e cinematografico hollywoodiano. Nel corso della sua carriera, il divo è maggiormente ricordato per il ruolo di Barney Stinson all’interno di How I Met Your Mother, del Dott. Douglas “Doogie” Howser nello show Doogie Howser e anche per aver prestato il volto del Conte Olaf nell’adattamento televisivo di Una serie di sfortunati eventi. Recentemente apparso anche all’interno di Matrix 4, l’artista ha chiesto scusa per un grave errore commesso.

Come riportato da LADbible, infatti, Neil Patrick Harris ha ammesso di aver realizzato uno scherzo davvero di pessimo gusto che è riemerso da poco nel mondo del web. Ad una festa di Halloween del 2011 organizzata insieme al compagno David Burtka (che ha sposato successivamente, nel 2014) ha fatto preparare una torta molto macabra e realistica che riproduceva il cadavere di Amy Winehouse, tra l’altro a pochi mesi dalla sua morte.

LEGGI ANCHE:  Amy Winehouse, la portavoce della sofferenza femminile

All’epoca dei fatti, questo scherzo era stato mostrato sui social media, ma era poi sparito e da molto tempo non se ne parlava più. Di recente, la scrittrice Ashley Reese ha fatto riemergere il tutto scatenando una polemica notevole sui social media. Neil Patrick Harris, ovviamente si è sentito chiamare in causa, e, parlando attraverso Entertainment Weekly, ha chiesto scusa, spiegando nel dettaglio quanto era accaduto.

“Una foto è riemersa di recente da una festa a tema Halloween che io e mio marito abbiamo ospitato 11 anni fa. Era deplorevole allora, e rimane deplorevole ora. Amy Winehouse era un talento irripetibile e mi dispiace per il danno causato da questa immagine”.

Nonostante le scuse di Neil Patrick Harris, uno scherzo del genere è veramente difficile da dimenticare, soprattutto da coloro che erano presenti quella fatidica sera di Halloween e che hanno visto in prima persona il terribile ed inquietante piatto.

LEGGI ANCHE:  I Dossier della Scimmia: Barney Stinson