Jennifer Lawrence diventa mamma, nato il figlio suo e di Cooke Maroney

Secondo i dati riportati da TMZ, Jennifer Lawrence ha partorito nelle ultime ore nella contea di Los Angeles

don't look up, Jennifer Lawrence
Condividi l'articolo

A dare il lieto annuncio è stato il sito TMZ che, controllando i registri pubblici, ha scoperto che Jennifer Lawrence ha dato alla luce, nella contea di Los Angeles, il primo figlio suo e del marito, il proprietario di una galleria d’arte Cooke Maroney. La coppia ha iniziato a frequentarsi nel 2018 per poi fidanzarsi e infine sposarsi l’anno successiv. Per adesso non è ancora stato reso noto il sesso del neonato nè la data esatta della sua venuta al mondo.

Jennifer Lawrence è stata protagonista poco tempo fa di Don’t Look Up, apprezzatissimo ultimo lavoro di Adam McKay. L’attrice ha raccontato diversi retroscena riguardanti il film tra i quali, uno dei più divertenti riguarda Jonah Hill. L’attore ha infatti improvvisato diversi insulti nei confronti del personaggio interpretato da Lawrence e finiti poi nel montaggio finale.

È il peggiore – aveva detto la Lawrence parlando del personaggio di Hill a Vanity Fair. É stato davvero difficile girare con Jonah e non rovinare una ripresa dopo l’altra. Una volta abbiamo dedicato un’intera giornata solo per migliorare gli insulti nei miei confronti. È stato fantastico. Lui e Meryl sono gli unici che dovrebbero fare quel tipo di improvvisazione. È un maestro della commedia. Ci abbiamo provato tutti, ci siamo lasciati andare sul set, ma nessuno è stato bravo come Jonah.

La Lawrence, in un’altra occasione, ha anche raccontato di come si rivolgesse sul set a Meryl Streep definendola G.O.A.T. (Greatest of all times) ma che la star de Il Cacciatore non conoscesse questo termine e addirittura pensasse che gli stessero dando della capra.

LEGGI ANCHE:  Don't Look Up, Jennifer Lawrence: " Hill ha improvvisato insulti sul set"

Chiamavamo distrattamente Meryl GOAT – aveva spiegato l’attrice da Stephen Colbert. E stavamo facendo un servizio fotografico e ho detto qualcosa come GOAT e Meryl hanno detto: “Esatto. Dì alla vecchia capra dove andare”. Ero io: “Meryl, lo sai che GOAT significa il più grande di tutti i tempi, vero?” E lei era tipo: “Oh, no”. Ero come se l’avessimo chiamata capra per tutto questo tempo

Tanto auguri Jennifer e Cooke!

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.